Archivio

Manca poco al concerto reggae dell’anno

Freddie per tutti

From Kingston Jamaica la leggenda del reggae mondiale. FREDDIE MCGREGOR & BIG SHIP BAND sbarca in Italia il 20 aprile, nell’unica data del Nordest “True To My Roots Tour”.
Prima e dopo il live show reggae selection a cura di: PAPALUKA, DJ PULSE, WILDCAT SOUND MC STEVE GIANT.
Il tutto si svolgerà in Via delle Industrie 27/5 Marghera (VE). A causa della capienza limitata dello Spazio Aereo di Marghera, si consiglia vivamente di prendere le prevendite al più presto.

Ingresso con Tessera Arci – Apertura Porte ore 21 – DJ set fino alle 22 – Inizio concerto ore 22.15

Entrata 15 euro soci arci 2017 oppure 10 euro + tessera all’ingresso.
Per informazioni e prenotazioni: Reggae Line 339-3183268 www.rastasnob.it

FREDDIE MCGREGOR è un cantante jamaicano di fama internazionale, nominato ai Grammy, ha dato un contributo significativo alla musica reggae sin dall’inizio, ed ha anche contribuito a plasmarla con i suoi testi conscious ed il suo stile philly-soul per più di 50 anni!!!
Abile sia come cantante romantico sia in veste di emissario di profondi messaggi culturali, vanta successi come “Come to Shove”, “Africa Here I Come”, “I Was Born A Winner”, “Guantanamera”, il suo cavallo di battaglia “Big Ship”, “Lock Dem ‘Down” e “Bangarang” (entrambi top in classifica estratti dall’album “Comin’ in Tough”) e classici del soul americano come, “Just Don’t Want To Be Lonely” (Ronnie Dyson) e “Can I Change My Mind” (di Tyrone Davis).
Con il suo profondo talento naturale e influenzato da leggende come Stevie Wonder, Bob Marley, Alton Ellis, Ken Boothe, Bob Andy e molti altri, Freddie ha perfezionato il suo mestiere per diventare uno dei più grandi interpreti di musica reggae. I primi brani “Why Did You Do It”, “Do Good” e “Good Will Follow You” hanno caratterizzato la sua carriera a metà degli anni Sessanta. Ha seguito il gruppo Clarendonians a Kingston e in seguito ha collaborato con Ernest “Fitzroy” Wilson per formare il duo Fitzie e Freddie registrando per l’etichetta Studio One di Coxsone Dodd.
Nel 1975 il contenuto musicale ed i testi di Freddie sono cambiati, orientandosi verso una coscienza sociale con brani come “Mark Of The Beast”, “I Am A Rasta” ed il classico “Bobby Bobylon”. Dopo una lunga attesa ha pubblicato il suo album “Mr. McGregor” nel 1977, che conteneva pilastri del reggae, come “Zion Chant”, “Rastaman Chant” e “Walls Of Jericho” che segnano una tappa importante nella sua stellare carriera aprendogli la strada con il singolo “Big Ship” datato 1981 e diventato uno dei classici del reggae di più grande successo. Nel 1989, Freddie ha lanciato la sua etichetta chiamata Big Ship con la collaborazione della “Jamaica Classics: Volume One” come prima major release, che includeva canzoni popolari come “Let Him Try” e “Derrick Harriots Loser” (di Derrick Harriot).

Oggi, Big Ship è l’etichetta reggae più riconosciuta in Giappone gestendo la propria produzione, realizzazione, distribuzione e promozione, avendo prodotto diversi artisti reggae tra cui General Degree, Cutty Ranks, Mikey Spice, Benjy Myaz e la figlia di Freddie, Yeshemabeth. Il suo album dal titolo “Anything For You” contiene le canzoni “Uncle Sam”, “l See It In You” e “Anything For You” era in nomination per il Grammy nel 2002. Le produzioni video comprendono lo storico DVD Super Stars Extravaganza, mettendo in evidenza rari filmati del concerto del 1989 Denbigh Show Ground con esibizioni live di artisti del calibro di Dennis Brown, Gregory Isaacs, Cocoa Tea, Barrington Levy, Frankie Paul, Carlene Davis e i leggendari Tamlins.

Nel corso degli anni, Freddie ha sempre “restituito” alla comunità, supportando i giovani svantaggiati nelle comunità in Jamaica con borse di studio o guidando le loro carriere musicali. Con eventi come Rock Steady Meets Reggae, promuovendo l’unità tra la Reggae Fraternity e Reggae by the Lake, Freddie incoraggia i valori positivi della famiglia attraverso la musica.
Nel 2010, ha progettato e donato una maschera decorativa per l’asta Education Africa Gala (assieme ad altri progettisti inclusi Sting, Paris Hilton, Simon Cowell e Sir Bob Geldof) per supportare l’accesso all’istruzione. Un forte sostenitore per la tutela e la promozione del settore della musica, i suoi riconoscimenti accreditati/titoli includono la carica di Presidente della Jamaica Reggae Industry Association, ricevendo sia il prestigioso Jamaican Order of Distinction (2003) e un premio Sumfest (2012) per il suo contributo alla musica e alla cultura giamaicana. Sempre pronto ad esibirsi, Freddie continua a concedersi ai propri fans in tutto il mondo.

Ha realizzato più di 30 album fino ad oggi e si è esibito in concerti internazionali e locali, tra cui Blue Note in Polonia, Jumping Splash in Giappone, Reggae Sunsplash (Clapham Common), il Cartagena Festival (Colombia), Midem (Francia), il Jamaican Expo (esibendosi per Nelson Mandela e per il principe Carlo), il London Hammersmith Apollo assieme a John Holt e la Royal Philharmonic Orchestra, l’Annual Carribean Tourism Week (NYC), Reichold Center per le Performing Arts (USVI) e molti altri. Il suo brano “Lovers Rock” è stato incluso nel film della HBO acclamato dalla critica “Disappearing Acts” e presentato come Apollo Living Legend al famoso Apollo Theater Salute di Harlem.
Il suo ultimo progetto “True To My Roots”, attesta l’esperienza, l’intensità e la saggezza che appartengono unicamente a Freddie. È un disco che ha veramente qualcosa di apprezzabile per chiunque, che può essere ascoltato e goduto senza l’onere di tendenze, valori di mercato o qualsiasi altro preconcetto. Rappresenta il sound di un leader che descrive il paesaggio con una visione positiva, sempre consapevole della necessità di rimanere coi piedi per terra “fedele alle sue radici”, come recita il titolo del suo ultimo lavoro.

Per informazioni e prenotazioni:
Reggae Line 339-3183268 www.rastasnob.it

Arsenico Corto Martino

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close