Cultura e spettacolo

Di successo in successo, ecco cos’è accaduto a “Insieme Idee e Persone”

LA PUNTATA

La puntata dello scorso venerdì di “Insieme Idee e Persone” in onda su Canale Italia (84 DTT) si è aperta in uno studio completamente rinnovato nella coreografia. Ma come sempre il conduttore Vincenzo Lovino ci ha guidati nell’approfondimento di temi alquanto spinosi. Si è infatti parlato della “strage di tempo” perduto dagli imprenditori nelle prime settimane in cui è stata applicata la fatturazione elettronica. Si è poi dibattuto su due temi straordinariamente attuali: la quota cento per l’età pensionabile e il reddito di cittadinanza, due riforme contenute nel contratto di Governo Lega – Cinque Stelle.
Un’affascinante Sabrina Manente ha presentato gli ospiti invitati alla serata.

GLI OSPITI

Hanno partecipato il dott. Stefano Paesante, commercialista e revisore legale, la dott.ssa Maira Luisa Nolli della Lega di Padova, Bertilla Bravo, Assessore al Bilancio nel Comune di Portogruaro, Simone Borile, membro del MoVimento 5 Stelle e Francesco Scopelliti del Partito Democratico. Tutti ospiti molto preparati nei temi trattati, anche perché coinvolti a vario titolo in queste dinamiche.
Il conduttore ha fatto un ringraziamento particolare a Simone Borile, perché in passato il movimento Cinque Stelle ha spesso rifiutato di intervenire alla trasmissione.
GLI ARGOMENTI
Da molte parti è stato criticato il modo in cui verrà applicato il reddito di cittadinanza, dal capire chi ne avrà diritto, al fatto di dover spendere ogni mese tutti i soldi ricevuti senza poterli veramente gestire. Su questo tema il dibattito è stato molto acceso, mettendo in luce le opposte visioni degli ospiti.
Il conduttore ha poi messo il dito nella piaga. “Perché” ha chiesto “il Governo non decide di fare riforme per diminuire finalmente la burocrazia che soffoca le imprese?”. Secondo alcuni ospiti la fatturazione elettronica porterà nel tempo proprio a questo risultato, snellendo le procedure che ora sono lente e complicate.
Anche sul discorso dell’età pensionabile a quota cento la discussione è stata piuttosto accesa. La cosiddetta quota cento è un calcolo dell’età pensionabile. In pratica si somma l’età anagrafica con il numero di anni in cui si è lavorato. Se il risultato della somma è 100, si avrà la possibilità di andare in pensione. Questo porterà in generale a poter lasciare il lavoro qualche anno prima.
LE CONCLUSIONI
Una puntata certamente scoppiettante e piena di entusiasmo e che vede diventare “Insieme Idee e Persone” una trasmissione sempre più seguita a livello nazionale. Un risultato raggiunto anche grazie al coraggio del conduttore Vincenzo Lovino, una persona che non ha paura di dire ciò che pensa.
n.s.
Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close