Cultura e spettacolo

Ennesimo successo per Insieme Idee e Persone

Numerosi per le ultime due puntate di mercoledì 3 e giovedì 4 febbraio della trasmissione Insieme Idee e Persone condotta da Vincenzo Lovino.

Tantissimi anche da casa per la diretta televisiva ma anche quella Facebook e Youtube, nelle pagine dedicate alla trasmissione.

Gli argomenti

Cultura, attualità, sanità e vaccini. E poi: Crisi di Governo.  E’ Mario Draghi l’uomo giusto in questo delicato momento?

Gli ospiti

Ne abbiamo parlato con i nostri importanti ospiti con la consueta chiarezza che caratterizza il nostro Talk Show.
Nella puntata di mercoledì 3 e giovedì 4 febbraio in studio e in diretta Skype c’erano:
Roberto Agirmo, Indipendentista.


Marco Milanato, Coordinatore Forza Italia Cittadella, (Pd).
Manuela Lanzarin, Assessore Regionale Veneto a Sanità – Servizi sociali – Programmazione socio-sanitaria.
Giacomo Possamai, Consigliere Regionale Veneto, PD


Dr. Antonio Antico, Direttore Dipartimento Servizi Diagnostici Ausl 7, Vicenza.
Francesco Rucco, Sindaco di Vicenza e Presidente della Provincia.


Sen. Avv. Erika Stefani, Lega Salvini Premier.
Sen. Avv. Anna Maria Bernini, Presidente del Gruppo Forza Italia Berlusconi Presidente – UDC al Senato

Sen. Roberta Toffanin, Forza Italia.
Avv. Pierfrancesco Munari capogruppo lega Cavarzere- vicepresidente ASM spa.

La puntata di mercoledì

Mercoledì 3 febbraio abbiamo discusso di un argomento importante. Piano vaccinale e ritorno alla tanta agognata normalità.

Ecco alcune dichiarazioni di Manuela Lanzarin, Assessore Regionale Veneto a Sanità:

Cosa comporta il taglio dei vaccini nella nostra Regione Veneto?

“In Veneto abbiamo vaccinato ad oggi 194.497 persone e la prima e seconda dose è stata somministrata a 80.155 cittadini. Siamo ancora nella prima fase, stiamo vaccinando le persone che appartengono al mondo sanitario e RSA. E’ un paio di settimane che stiamo facendo solo seconde dosi per il taglio dei vaccini. Dalla settimana prossima dovremmo tornare alla normalità. E da lunedì 15 iniziare anche a vaccinare gli over 80. Oggi dobbiamo tarare il nostro piano rispetto alla disponibilità dei vaccini che ci arriveranno”.

E’ possibile che il vaccino in futuro diventi obbligatorio?

“Dalle notizie che abbiamo noi il vaccino rimane facoltativo e non obbligatorio, neppure per il personale sanitario. E’chiaro che però il vaccino in futuro diventerà un “lascia passare” per spostarsi anche all’estero.

Quando ci sarà a suo avviso questo ambito ritorno alla normalità?

“Questo virus lo conosciamo ancora poco, ci sono molte varianti che stiamo cercando di capire e studiare, è chiaro che, il vaccino, è quello strumento che ci permette di difenderci e di difendere soprattutto i soggetti più a rischio. Su un ritorno alla normalità è molto difficile fare previsioni e vedo questa possibilità ancora molto lontana”.

Giovedì 4

La Nazione è nel mezzo di una crisi sanitaria ed economica. Succede a molti altri paesi in questo momento, ma l’Italia è uno dei membri più fragili dell’Unione europea a causa della sua scarsa crescita e del suo imponente debito pubblico. I partiti politici hanno dimostrato ancora una volta la loro incapacità di gestire una crisi e qualsiasi premier farebbe fatica a metterli in riga. Draghi è una nomina tecnica, e a Roma questo tipo di governo ha avuto risultati altalenanti, spesso non riuscendo a ottenere abbastanza sostegno per riforme durature e significative. La crisi italiana è strutturale, non ciclica. L’economia ha un disperato bisogno di cambiamento. L’Italia deve scuotere la sua burocrazia, riformare il suo sistema giudiziario, tagliare sussidi inutili e investire di più in infrastrutture, ricerca e istruzione.

Con queste premesse si apre la diretta del 4 febbraio.

Cosa ne pensano i nostri ospiti di questa crisi di Governo? Draghi è davvero l’uomo giusto?

Ecco alcune dichiarazioni della Sen. Avv. Anna Maria Bernini, Presidente del Gruppo Forza Italia Berlusconi Presidente – UDC al Senato.

Questa crisi del Governo è stata davvero opportuna?

“Questa crisi è partita molto tempo fa. Io penso che in questo momento non sia stata opportuna. Penso al Paese e a tutti gli esercenti che devono essere risarciti e non devono pagare le tasse. Ci sono tutte una serie di provvedimenti burocratici, tra cui cartelle esattoriali che stanno partendo in questi giorni a discapito di molti cittadini che in questo momento dovrebbero essere aiutati e non vampirizzati. La crisi di Governo ha bloccato tutto questo. Il Governo Conte è colpevole di questo scempio. Il nostro partito ha fatto diverse proposte che non state accettate”.

Draghi in questo momento è la persona giusta per risollevare le sorti del nostro Paese?

“Stiamo parlando di un personaggio straordinario, colui che ha salvato l’euro e l’Italia. Dovremmo capire ora quali risposte il Presidente Draghi darà ad alcune grosse problematiche, dal problema sanitario al Recorey Fund. Non può essere una fotocopia del Governo precedente”.

Dal punto di visto europeo Draghi ci rappresenterà da un punto di vista più europeista e scevro da altre dinamiche di potere?

“L’Europa in questo momento è solidale. Noi avremo 209 miliardi dall’Europa che dovranno essere spesi in modo coscienzioso. Dobbiamo fare degli investimenti mirati con delle riforme necessarie per rimettere l’Italia in crescita pensando al futuro dei nostri giovani.

Che contributo vuole dare Forza Italia in questo momento?

“Stiamo crescendo una generazione di ragazzi privati del diritto allo studio, siamo stati i primi a chiudere le scuole e gli ultimi ad aprirle. La didattica a distanza non è una soluzione. In questo momento molte famiglie vivono con la pensione dei nonni, che sono diventati un ammortizzatore sociale. Non può continuare così. Dobbiamo dare delle risposte basate sulla trasparenza, competenza e costruttività”.

D’accordo anche Avv. Pierfrancesco Munari capogruppo lega Cavarzere- vicepresidente ASM spa che ricorda: “Sul Prof. Draghi non abbiamo nulla da eccepire. E’ una figura che gode di incredibilità internazionale. Ma un Governo Tecnico a mio parere è un fallimento a livello politico. Ovvio che adesso al Prof. Draghi spetta un compito molto arduo”.

In questo momento molto delicato per il nostro Paese ci auguriamo un Governo che rimanga compatto aldilà dei colori politici, una ripartenza per il nostro Paese e una politica capace di mettersi a servizio di tutti i suoi cittadini.

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close