Cultura e spettacolo

Geox ne fa dieci

Dieci anni e non sentirli. Il Gran Teatro Geox di Padova compie il decennale dalla sua costruzione lungo Corso Australia e guarda a un futuro ricco di spettacoli a livello italiano e internazionale. Sono ben 650 gli eventi realizzati dal 2009 in quello che è stato definito il teatro più performante del Paese. Inizia con il botto la nuova stagione di Zed, la più importante azienda veneta nell’organizzazione di concerti. Con il teatro Geox a farla da padrone, anche gli spazi della Fiera di Padova, lo stadio Euganeo, Kioene Arena, chi l’Arena di Verona. Inoltre Montichiari, Modena e l’Hydrogen Park. Padrino d’eccezione il sindaco di Padova Giordani. 

Valeria Arzenton e il Geox

«Questa è una struttura d’eccellenza non solo per l’Italia e da dieci anni offre grandi emozioni al pubblico migliorandosi anche sotto l’aspetto tecnologico con il nuovo potente impianto audio – ha commentato Valeria Arzenton della padovana Zed Live ieri sera prima dell’affollato concerto di Cristiano De Andrè che ha cantato il repertorio del papà Fabrizio – sono venuti ad esibirsi qui cantanti di livello mondiale, ma anche esponenti della cultura dell’arte e della cultura come Bob Dylan e Dario Fo».

La cerimonia al Geox

La Arzenton è stata definita amazzone della musica da Renato Zero durante un suo concerto e il video è stato mostrato sul mega schermo nel foyer. «Noi pensiamo a fare musica con il sorriso e non ci interessano le polemiche» il suo applaudito commento. Prima del taglio del nastro e della torta hanno portato i loro saluti il rettore dell’Università di Padova Rosario Rizzuto, il presidente della Camera di Commercio Antonio Santocono, il Presidente della Provincia Fabio Bui, l’assessore comunale allo Sport Diego Bonavina il Sindaco di Padova Sergio Giordani che ha ricordato il notevole indotto che generano le manifestazioni dal vivo rinnovando la collaborazione dell’amministrazione della città con la Zed.

Una nuova partnership per Geox

Ribadita anche la rinnovata partnership con la società americana Ticketmaster con la novità dei biglietti a prezzo ridotto per gli studenti e con la Geox, rappresentata da Mario Moretti Polegato, che da subito ha creduto nel progetto dandogli proprio il nome. 

«Noi abbiamo fondato un’impresa e ci muoviamo da sempre con un piano finanziario per migliorare la nostra realtà aziendale ha concluso Diego Zabeo noto come Zed quando abbiamo realizzato che a Padova la Fiera o la Kioene Arena non offrivano l’acustica e altri condizioni ideali per la fruibilità di un concerto abbiamo deciso di aprire questo teatro che sono venuti a studiare anche dall’estero. Questa struttura non è in concessione, ma è nostra, e grazie all’investimento anche in date non sempre piene abbiamo mantenuto una programmazione costante lungo tutto l’arco dell’anno rendendo Padova appetibile per i big della musica mondiale che siamo riusciti a portare anche all’Euganeo. Oggi possiamo essere fieri perché siamo una delle cinque città più importanti d’Italia per lo show-business».

Il calendario

Ricca, e ancora all’insegna dei grandi nomi, anche la programmazione di questa stagione invernale 2019-2020 che spazia dal musical di stasera We will rock you (biglietti disponibili) al virtuosismo nel violino di Ara Malikian (4 dicembre). Dopo i celebri danzatori Momix (7 e 8 dicembre) sarà la volta dei Marillion (13 dicembre), il coro benefico dei Summertime (14 e 15 dicembre), il balletto prenatalizio dello Schiaccianoci (20 dicembre) tornerà il musical School of rock (28 dicembre) con gran finale per un magico Capodanno insieme a Raul Cremona, Mago Silvan e Felipe. In arrivo a Padova molti nomi famosi anche per il prossimo anno: tra i tanti contenuti nel ricco calendario Daniel Ezralow, Angelo Branduardi, Paolo Conte, i big della risata Giacobazzi e Giovanni Vernia, Melanie Martinez, i Kraftwerk, Mika, gli Yes, Pat Metheny, Tiziano Ferro.

Il Rettore Rizzuto

«Ringrazio Zed per quello che fa anche per la nostra università e la nostra cultura e quindi la sentiamo noi. Per questo abbiamo dato una laurea honoris causa a Patty Smith e questa è una città dove si può vivere la cultura».

Il presidente della provincia Fabio Bui

«A parte la collaborazione con Piazzola sul Brenta vedo presenti tanti amministratori perché  tutti vediamo Zed come punto di riferimento».

Il Sindaco

Giordani è orgoglioso di quanto fatto in questi dieci anni da Geox. “Padova con loro è diventata un punto di riferimento. La musica è cultura. Attrae. E chi viene a vedere un concerto poi resta almeno 3 giorni. Si innamora di Padova. E Zed e Geox stanno creando turismo musicale. Per questo Padova è la terza città in Italia per l’organizzazione dei concerti”

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close