Cultura e spettacolo

Il dr. Mabuse e la sua Klinika a fumetti

Dio salvi il fumetto indipendente! Perché? Bukowski scriveva che dopo i 30 anni un artista (lui parlava di un poeta, ma il discorso non cambia) non è più affidabile perché si è già bello che venduto a qualche padrone. Ecco il perché: un artista indipendente non si vende per definizione, ma si mantiene giovane e originale. E un esempio di freschezza creativa è offerta dal “Collettivo Dr. Mabuse” e dal progetto a fumetti KLINIKA di cui ho parlato con l’amico Lenny Lucchese che da tempo seguo con enorme interesse e nel cui lavoro, lui lo sa, io scorgo il Genio.

L’intervista

Lenny, che cos’è il “Mabuse”? “Il “Dr. Mabuse collettivo” è nato a Treviso nel 2015 da un’idea di Massimo Perissinotto e Andrea Sponchiado con il proposito di raccontare storie di genere. Le prime pubblicazioni sono state l’albo di fantascienza “Waldo Spatten” e l’albo horror corale “Guarda che luna“, realizzato da vari autori. Poi è seguito un periodo di silenzio. E’ nel 2017 che il collettivo è risorto dalle sue ceneri grazie all’aiuto di vecchi membri come Leonardo Bonesso e nuove anime pulsanti: Alessandro De Bei, Marco Scarpa e me, Lenny Lucchese. Nel 2017 prese vita il progetto trimestrale KLINIKA, rivista/contenitore di idee il cui intento era, ed è, la creazione e la rielaborazione del  fantastico. Creando un supporto, la rivista, che già di per sé risulta difficile nella pubblicazione editoriale attuale, mirata per lo più alla produzione di “seriali” e graphic novel. In “KLINIKA” la vera forza sono le storie, concepite e rielaborate per essere il fulcro della rivista, senza sotterfugi estetici e semplificazioni digitali ma con una sincera espressione di stile da parte dei suoi autori”. https://drmabusecollettivo.bigcartel.com/product/preorder-klinika-3

A che punto siete arrivati? “KLINIKA” è giunta ora al terzo numero, e anche se con il n.5 chiuderà il suo primo ciclo, il  progetto proseguirà per anni con produzioni collaterali. Oltre a spettacoli di live drawing, presentazioni, mostre e collaborazioni con riviste sperimentali come KRAPFEN, con la pubblicazione di albi monografici e artbook. Il primo artbook della serie è dell’autore Stefano Cardoselli ed è intitolato: “Non sono mai morto prima” (CYBERPUNK E RUGGINE)”. https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2640399719310568&id=1063511236999432&sfnsn=mo

La presentazione

Di seguito, la presentazione di 4 racconti che si stanno svolgendo a episodi su Klinika.

HOLOSCOUT (Andrea Sponchiado): Sei ragazzi in un campeggio, un pazzo travestito da Boy Scout che cerca di ammazzarli. Una nuova reinterpretazione dei cult sui cannibali degli ’80 ma senza cannibali, la paura e la violenza la fanno da padroni. Unico quesito: ci sono momenti in cui si può giustificare la violenza?

JOHNNY VOO DOO (testi Perissinotto, disegni De Bei): È il seguito ideale di DEAD WEST, miniserie pubblicata nei primi 90 su SNORK, inserto di FRIGIDARIE. Pistoleri mutanti e scienziati pazzi, ma anche avanguardie artistiche del 900, di apocalisse prossima ventura, di sfrenato romanticismo e di sepolcrale decadenza.

PECCATUM (Leonardo Bonesso) : Qui il protagonista è un vecchio esploratore con un passato torbido che ha finto di non ricordare o ha rimosso. Un viaggio tra paure e profondi dolori. Peregrinazioni in un mondo fantastico e crudele, misteriose figure nascoste dalle maschere carnevalesche della commedia dell’arte mettono a nudo i suoi peccati e la sua anima.

HEXDOCIUS (Lenny Lucchese): In un’era che per quanto post-apocalittica risulta pre, o quasi, Cosimoff è in cammino verso il “Sottomondo” che lo ha generato. L’intento è distruggerlo e non è detto che ce la faccia. Ogni incontro, luogo e situazioni si rivelano man mano come in una recita a canovaccio, trasportando il lettore e i personaggi che l’accompagnano in un’avventura ai limiti dell’onirico.  

Gli altri racconti

Altri racconti usciti sui primi tre Klinika:

L’AGENTE Y. VA IN PARADISO (Testi: Ferrazzano, Disegni: Altered State)

IL CACCIATORE DI STELLE (Stefano Cardoselli)

L’OSPITE (Gino Andrea Carosini)

ILARIA (Francesco di Marcantonio)

Altri autori/collaboratori:

Piermarco Parracciani, Alberto Savinio, Maurizio Ercole, Irene di Oriente, Alberto Lavoradori, Rolando Cicatelli,  Nicoletta Aveni. DControversy Rex, Carmelo Marzà, Sciospen. https://drmabusecollettivo.bigcartel.com/

https://drmabusecollettivo.bigcartel.com/products

Luca Pozza

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close