Cultura e spettacolo

Lapide del 1600 trovata a Mirano

Una lapide del 1600 trovata nel giardino di una villa di Mirano. Il Gruppo di Studio e Ricerca Desman ha portato alla luce una testimonianza epigrafica importantissima che va ad arricchire la storia del miranese.

Si tratta di una lapide in pietra antica datata 1610 che parla del matrimonio di Antonio Lando con Maria Bragadin.

Antonio Lando, nato a Venezia il 9 settembre 1553,  ricoprì diverse cariche nella Repubblica di Venezia: fu Procuratore di S.Marco, Provveditore e Commissario in Terraferma. Il 16 settembre 1593 sposò Maria Bragadin, vedova di Antonio Bollani, appartenente a una ricca famiglia dell’epoca che a Mirano aveva diversi possedimenti tra cui una splendida residenza di villeggiatura.

Per capire il valore della scoperta e l’importanza dei personaggi che la riguardano, basti pensare che un ritratto di Antonio Lando è presente nella collezione di ritratti del museo Correr a Venezia. Il ritratto fu dipinto da Domenico Robusti, figlio del più famoso Jacopo Robusti detto il Tintoretto.

La lapide, come spiegano i soci del Gruppo che l’hanno ritrovata, è attualmente è conservata presso una villa di Mirano ma meriterebbe di essere valorizzata e posta in un luogo pubblico.

Il Gruppo vorrebbe che la lapide e i diversi reperti che hanno scoperto in anni di ricerche, fossero riuniti, insieme ad altro materiale storico attualmente conservato in diverse sedi comunali, all’interno di un museo da dedicare alla storia di Mirano.

Il Gruppo avrebbe anche individuato la sede per il museo: uno spazio all’interno di Villa Bianchini non appena saranno completati i lavori di ristrutturazione.

M.B

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close