Cultura e spettacolo

Puntata ricca di colpi di scena

Una puntata densa di argomenti e colpi di scena quella di “Insieme Idee e Persone” andata in onda giovedì 03 ottobre sul canale 154 di Canale Italia. Il celebre talk show diretto da Vincenzo Lovino ha incassato ancora una volta un grande successo di pubblico, dovuto anche alla scelta di argomenti molto sentiti dai telespettatori.

L’Aumento dell’IVA argomento della puntata

Durante la puntata si è cominciato con la sequela di normative e tassazioni proposte dal governo M5S-PD per scongiurare l’aumento dell’IVA, subito lamentate da Vincenzo Forte come “un bel libro dei sogni” che rischia però di andare a tassare ancora una volta i piccoli imprenditori e le fasce più povere della popolazione, andando a colpire non gli evasori fiscali come da intenzioni, ma piuttosto da coloro che percepiscono una busta paga e da chi possiede una casa.  

Lo Spauracchio Economico

Secondo Vanda Pellizzari, il fantasma dell’aumento dell’IVA sta già causando danni enormi all’economia. Lamentando la proposta della tassa sul bancomat, il consigliere comunale porta l’attenzione su fatto che tassare nuovamente un prelievo di denaro già tassato in quanto guadagnato onestamente sembra aver disincentivato il consumo di tutto ciò che non è strettamente necessario. “La Flat Tax di Salvini avrebbe potuto combattere il nero…”, riprende la Pellizzari durante la puntata,  “…ma non ci hanno lasciato lavorare.”

“Parliamo di coerenza? Fino a ieri, si prometteva di togliere l’accisa…”

Incalzato sulle promesse e sulle trattative per l’aumento o la diminuzione delle tasse, Angelo Zanellato ricorda che queste non sono problematiche semplici da affrontare, e che lo stesso Salvini aveva fatto della rimozione delle accise sul carburante uno dei suoi cavalli di battaglia, per poi non mantenere la promessa fatta in campagna elettorale. Il problema, secondo Zanellato, non è l’onere produttivo sovratassato, ma negli eccessivi passaggi che il prodotto si ritrova a compiere, andando a gonfiare il prezzo per il prodotto finale. Queste problematiche, così come tante altre tra cui l’autonomia veneta, sono state lasciate irrisolte perché “Chi era al governo prima, non è stato in grado di occuparsene…”

Fatturazione Elettronica durante la puntata

Riccardo Brunello punta l’attenzione sul fatto che alcuni provvedimenti del governo Renzi erano stati fatti apposta per combattere l’evasione, e che quindi quando l’attuale governo viene a dire che “Si necessita di provvedimenti per combattere l’evasione fiscale” ci si dovrebbe chiedere se davvero chi ci governa pensa prima di fare le cose, facendo notare anche che questi provvedimenti, che sembrano non aver dato i frutti sperati,  ci sono anche costati un sacco di soldi.

Voltaire diceva “Se volete delle buone leggi, buttatele via tutte”

Marco Antoniol ricorda che la tassazione, la mancata rimozione delle accise e tutte le altre tassazioni sono spesso rimasugli e spurie di governi che possiamo tranquillamente far risalire ai primi anni del ‘900, la cui rimozione viene tanto promessa, ma poi evitata perché “I soldi fan comodo, e chi arriva si limita ad aggiungere toppe per coprire lo strappo.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close