Cultura e spettacolo

Un taglio internazionale per Insieme Idee e Persone

Grande successo per le ultime due puntate di mercoledì 16 e giovedì 17 dicembre della trasmissione Insieme Idee e Persone condotta da Vincenzo Lovino.

Anche l’estero ora dice la sua

In tanti da casa per la diretta televisiva ma anche quella Facebook, dove siamo stati seguiti da un po’ tutto il mondo(è il caso di dirlo), grazie ai nostri numerosi collegamenti dall’estero, nella pagina dedicata alla trasmissione. Un taglio molto internazionale nelle due ultime puntate del nostro Talk. Interventi Skype dagli Stati Uniti, Australia,  Senegal, Germania e Slovacchia.

Corrispondenti da tutto il mondo

Grazie ai nostri corrispondenti, Insieme  Idee e Persone, riesce a dare una testimonianza reale su ciò che accade in questo periodo nel mondo e, ci fa sentire più vicini agli italiani che vivono all’estero.  E poi ancora, uno sguardo chiaro su ciò che accade a livello politico e sanitario grazie ai nostri importanti ospiti.

Tutto questo in diretta. Senza tagli e senza filtri. Perché è la trasparenza ciò che vogliamo verso i nostri telespettatori.

Gli ospiti

Nella puntata di mercoledì 16 e giovedì 17 dicembre in studio e in diretta Skype c’erano:

Avv. Pierfrancesco Munari, Capogruppo Lega Cavarzere- Vicepresidente ASM spa.

Alberto Marinelli, Coordinatore Provinciale Forza Italia Giovani Rovigo.

Alba Carpinetti, Presidente dell’associazione “la forza di un sorriso”.

Carlo Romeo, Studente in Germania.

Alessandra Taverna, PD

On. Diego Zardini, PD

Claudio Beltramello, Coordinatore del Gruppo Strategico Sanità del PD Regione Veneto.

Davide Lovat, Direttore Pagine Venete

Alessandro Loddo, Consigliere comunale di Sarmede (TV) e Membro Anci Giovani Forza Italia Veneto.

Riccardo la Rosa, Ingegnere e Manager a Boston.

David la Rosa, Corrispondente da Melbourne (Australia). 

Sergio Dimiccoli, Insegnante in Slovacchia.

News dall’estero

Se dalla Germania il nostro corrispondente Carlo Romeo,  ci informa di essere passati da un lockdown light ad uno totale, con chiusura di tutti gli esercizi commerciali, in Senegal la situazione è diversa afferma Alba Carpinetti, Presidente dell’Associazione “La Forza di un Sorriso”: “Qui i ragazzi in spiaggia spesso non usano neppure la mascherina ma ci sono davvero pochi contagi, la situazione è sotto controllo”.

In Australia il clima estivo, le distanze da un centro abitato all’altro hanno permesso una minore diffusione del virus afferma David la Rosa da Melbourne e ridendo dice: “noi australiani siamo meno calorosi di voi italiani”.

A Boston negli Stati Uniti si punta tutto sul vaccino: “qui la situazione è davvero fuori controllo” dice Riccardo la Rosa. E in Slovacchia abbiamo testimonianza grazie a Sergio Dimiccoli, giovanissimo insegnate che ci sono numerose proteste: “Le persone sono stanche non mancano le manifestazioni contro le restrizioni governative”.

La situazione in casa nostra

In Italia invece, le decisioni del Governo hanno creato un grande caos. È  questo che emerge dai nostri ospiti di diverse fazioni politiche.

“Oltre a raccomandare prudenza ai cittadini dovrebbero averci tutelato aprioristicamente” afferma Davide lovat, Direttore Pagine Venete che ci parla dell’incapacità di assumersi da parte della politica vere responsabilità e la conseguente manipolazione sui cittadini, bersaglio e colpa di uno Stato non adeguato a guidare il nostro Paese.

Iniziative fallimentari, l’ultima l’iniziativa Cash back che spinge al consumo ma in un contesto di chiusure generali ne preclude un vero e proprio utilizzo.

E l’ultima ordinanza di Zaia che per mesi ci ha permesso una quasi piena libertà per poi togliercela nel periodo più fruttuoso dell’anno ha mandato su tutte le furia gli esercenti.

Andrea Penzo Aiello, Presidente Treviso Imprese chiede a gran voce un ravvedimento su quanto deciso dal nostro governatore. “C’è un’economia al collasso, esercizi che non riapriranno più”, sottolinea.

Un parere medico

E non solo, in studio Claudio Beltramello, Coordinatore del Gruppo Strategico Sanità del PD Regione Veneto dipinge una situazione sanitaria molto critica: “manca personale che aiuti a gestire questo momento emergenziale, siamo saturi”.

Insomma questo fine anno si chiude con un grande punto interrogativo.

Non abbiamo molto da festeggiare se non la speranza di trovare, una volta per tutte, una soluzione a questo momento. Che porti in salvo, non poltrone ma tutti noi cittadini.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close