Cultura e spettacolo

Wigwam e le Giornate europee del patrimonio

Il 21 e 22 settembre 2019 ritornano le Giornate Europee del Patrimonio. Organizzate dal Consiglio d’Europa in collaborazione con l’Unione Europea in più di 50 Paesi. Presentate a Venezia alcuni giorni fa presso la sede dell’Ufficio italiano del Consiglio d’Europa diretto da Luisella Pavan-Woolfe con Teresa Gualtieri Presidente della Federazione del Club Unesco. Nonché con Efrem Tassinato, Presidente di Wigwam. Una tra le primissime organizzazioni eminentemente ecologiste nate in Italia e tra quelle riconosciute con decreto ministeriale a valenza nazionale. L’unica con origine in Veneto. Ancora conserva in regione la propria sede legale e centrale operativa. Quindi oggi coordina una rete per lo sviluppo sostenibile estesa a 21 Paesi nel mondo.

Il tema scelto per Wigwam

Il tema scelto per quest’anno è “Un due tre… Arte! – Cultura e intrattenimento”. Metterà in luce sia il ricco patrimonio europeo che il benessere che deriva dalla sua fruizione attraverso varie forme artistiche che concorrono all’identità culturale. L’Ufficio di Venezia, unica sede italiana del Consiglio d’Europa, per l’edizione 2019 coordinerà l’organizzazione di 47 iniziative in regioni italiane. Di cui ben 15 sono proposte da altrettante Comunità Locali Wigwam di cui ben 8 in Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Cosa farà Wigwam

In Friuli Venezia Giulia, Wigwam propone visite ai castelli di Colloredo di Monte Albano e di Susans. In Veneto i temi proposti vanno dalla scoperta dell’idraulica della Laguna di Venezia, agli Orti del Presidio di Padova Est. Dal Museo storico del Bottone a Vigorovea alla scoperta dei trosi (sentieri di campagna) botanici. La cultura per il corretto mantenimento della biodiversità dei fossati. Per giungere così alla proposta nelle Terre dei Carraresi per le antiche pievi e i mulini ad acqua di Pontemanco. La comunità Wigwam del Colognese Veneto proporrà invece una passeggiata tra storia, cultura locale ed enogastronomia nella Bassa Veronese.

I partner

Questo risultato è stato quindi possibile grazie al partenariato con Federculture, Club UNESCO Italia, Consiglio Regionale del Veneto, Città di Venezia, Europe Direct Venezia, ecomusei regionali. Nonchè appunto la nuova collaborazione con la Rete Wigwam. 

Informazioni

Maggiori informazioni sui singoli eventi sono reperibili sia sul sito dell’Ufficio di Venezia del Consiglio d’Europa www.coe.int/venice alla voce Faro Convention -> coming events, che sul sito del Mibac www.beniculturali.it/GEP2019

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close