Economia e Politica

Bretella A27-Zoppas Arena, Garbellotto: «Progetto concreto e fattibile»

Il candidato sindaco Piero Garbellotto ha presentato alla stampa il suo piano per la viabilità di Conegliano. Parole d’ordine: sincerità e concretezza. Ad affiancarlo, presso il quartier generale della Lega in Via Colombo, c’erano anche il presidente della Regione, Luca Zaia, la vicepresidente Elisa De Berti ed il sindaco di San Vendemiano, Guido Dussin.

Il progetto

Tema del giorno il progetto per la bretella di collegamento diretto tra il casello dell’autostrada A27 di Conegliano e la Zoppas Arena. «Si tratta di un’opera discussa ormai da tempo ma mai come oggi concreta e realizzabile – ha esordito Garbellotto – La viabilità a Conegliano è uno dei temi chiave per il futuro della città. Ormai da alcuni anni l’attraversamento della città da est a ovest richiede in auto diverse decine di minuti nelle ore cruciali della giornata. La nostra soluzione sarebbe quella di istituire un doppio senso di marcia in Via Colombo in modo da fluidificare la viabilità anche nelle strade circostanti. C’è poi il problema del traffico nel centro di Campolongo – continua il candidato sindaco – che potrebbe essere in parte risolto con la creazione di Ztl ad hoc per limitare i transiti delle auto. Nodo cruciale è però la bretella di collegamento tra il casello dell’autostrada A27 e la Zoppas Arena. Un progetto che, senza creare illusioni o false aspettative, siamo convinti di poter realizzare in tempi brevi anche grazie alla collaborazione con il Comune di San Vendemiano. Le grandi opere si fanno solo se hanno un senso – prosegue Garbellotto – Non siamo contrari al progetto della tanto discussa Tangenziale Sud ma, con il completamento della Superstrada Pedemontana Veneta entro fine anno, rischia di diventare un’opera inutile. Ci vuole un approccio onesto» conclude il candidato. Parole sottoscritte in pieno anche dal sindaco di San Vendemiano: «Il progetto della bretella potrebbe diventare realtà già tra il 2022 e l’inizio del 2023» si sbilancia Dussin. Il presidente Zaia conclude: «A fine anno con il completamento della Superstrada Pedemontana cambierà il mondo. Chi abita a Valdobbiadene non dovrà più venire a prendere l’autostrada a Conegliano. Questa possibile collaborazione tra Conegliano e San Vendemiano non si era mai vista prima d’ora e mi riempie di orgoglio. Senza un vero dialogo tra amministrazioni Conegliano non potrà mai decollare per davvero».

Un accenno a Cortina

In chiusura arriva poi un’importante anticipazione sulle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026: «Lunedì 27 settembre – annuncia Garbellotto – Incontrerò il sindaco di Cortina Gianpietro Ghedina per discutere di un progetto condiviso in vista delle Olimpiadi invernali». Conegliano punta così a diventare l’anticamera ideale per accogliere turisti e spettatori delle Olimpiadi invernali, sfruttando l’attrattiva della denominazione Unesco e puntando ad un progetto pronto a rilanciare l’intera città e il suo hinterland.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close