Economia e Politica

Burlini, Endrizzi, Cappelletti contro la app “antiCovid” veneta

Giorgio Burlini, candidato alle prossime Regionali per Padova,  ha letto con attenzione il programma “Piano emergenziale per l’autunno 2020” presentato da Zaia alla stampa. Alla pagina 21, dove tratta la parte relativa alla Sorveglianza Sanitaria si legge testualmente (i dati) “devono Essere correlati con i sintomi dalla App “Zero Covid Veneto” (di prossima eventuale implementazione) per identificare molto più precocemente l’insorgere di nuovi casi o focolai”.

Il dubbio di Burlini

«Ma come – si chiede Burlini –  esiste già una App nazionale sul campo, gratuita, e non la vogliamo usare già da adesso per tracciare casi sospetti?  Ricordiamo che questa App è come obbligatoria proprio dal virologo Veneto Palù proprio pochi giorni orsono».

Cappelletti con Burlini

A Burlini si associa anche il candidato alla Regione Enrico Cappelletti. «Più queste App vengono scaricate più sono efficaci. Zaia è ancora in tempo per correggere il piano pandemico. E introdurre l’App Immuni come uno degli strumenti utili. Invece di aspettare una App Veneta che ha poco senso in un panorama di spostamenti Nazionali e Internazionali».

Chiude Endrizzi

Il Senatore Endrizzi rincara la dose. «La stessa App in Germania scaricata ben 16 mln di volte, rispetto ai 4,5mln dell’Italia. E uno dei motivi è che maggioranza e opposizione l’hanno appoggiata. Qui invece abbiamo vissuto un vero e proprio clima di avversità da parte dell’opposizione che ha dichiarato più volte che non l’avrebbero scaricata. Se si parla di Salute Pubblica la politica deve essere messa da parte».

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close