Economia e Politica

Cercasi Assessore alla Mobilità!

Anche oggi non mancano interviste e riflessioni sulla situazione disastrosa del trasporto pubblico a Venezia. Immancabile l’opinione dell’assessore al Bilancio Zuin, fatta solo di numeri interpretati in maniera univoca, come più volte già rimarcato. Gli operatori privati inoltre ci spiegano il vantaggio della loro collaborazione con il pubblico rassicurandoci, bontà loro, sul futuro di ACTV.

L’attacco a Boraso

In questi mesi chi è rimasto del tutto silente? Un altro assessore, quello alla Mobilità! Renato Boraso è stato incapace di esprimere una prospettiva, un ragionamento sul ruolo del trasporto pubblico e sulle soluzioni dei suoi numerosi problemi. Sulla base di quale idea di mobilità dunque si scriverà il piano industriale di ACTV di cui c’è disperato bisogno?

Nel frattempo, però…

– si stanno progettando nuovi terminal, sia in località Pili-San Giuliano sia al Montiron.- il ponte della libertà invece di diventare una strada urbana è sempre più una via di accesso per turisti pendolari che arrivano a Venezia e trovano parcheggi completi già alle prime ore del mattino.- e la lista potrebbe proseguire ancora a lungo.

L’appello di Saccà

La città ha necessità urgente di un assessore alla Mobilità che non pensi unicamente alle piste ciclabili. Un assessore capace di progettare e condividere soluzioni che non rincorrano singoli interessi, ma siano la sintesi dei bisogni variegati dei cittadini veneziani e mestrini. 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close