Economia e Politica

Corsi per crescere in Riviera

Corsi di formazione organizzati per tutto l’anno da parte dell’ Associazione Artigiani Città della Riviera del Brenta. Sono rivolti alle 900 imprese associate e non, e coinvolgono centinaia di titolari e dipendenti ogni anno, nel comprensorio dei 10 comuni.

 A spiegarlo sono il segretario Giorgio Chinellato e il funzionario Diego Favaro. “L’attività di formazione – spiega Chinellato – è un punto di forza della nostra associazione offriamo corsi di formazione obbligatoria, corsi abilitativi, di lingue e di certificazione ad hoc. “.

 “Le categorie più interessate  – spiega Diego Favaro- anche quest’anno sono state gli installatori e gli edili. I primi, sono protagonisti di corsi formativi ed abilitativi concernenti il nuovo regolamento F-Gas, sull’ adeguamento del dpr 462 per il comparto elettrico e sull’importante ambito dello smaltimento e riqualificazione dei rifiuti industriali (Raee). Sono stati avviati poi percorsi formativi ad hoc sulle linee guida comportamentali per un’adeguata preparazione di vendita ed assistenza ai clienti”.

Nel settore edile, la formazione ha interessato i nuovi materiali da costruzione rivolti sia all’impiego nei nuovi edifici, sia all’ utilizzo nei restauri e nella riqualificazione di edifici esistenti. Con convegni formativi ad hoc, si è approfondito il tema del nuovo piano casa della Regione Veneto. Importantissima l’attività formativa inerente Privacy e Cyber Security.

I corsi del secondo semestre

 “Nel secondo semestre del 2019- spiegano Chinellato e Favaro – la formazione di categoria si dedicherà in parte al comparto automotive con i nuovi orizzonti che si delineano: dall’auto elettrica, al comparto elettrico dedicato alla ricarica dei veicoli e al trasporto dell’energia necessaria”.

Poi: la certificazione per saldatori, i controlli non distruttivi, tecnico del freddo, e auditor Iso 9001.

exozero1_agenzia_di_comunicazione

 “I corsi più richiesti, nel nostro mandamento – sottolinea Chinellato – sono quelli di formazione obbligatoria dei lavoratori neo assunti. Vengono differenziati per livelli di rischio e, per tipologia di attività. Vengono generalmente organizzati nella forma collettiva, presso la nostra sede, ogni 3 mesi, ma anche nella sede dell’azienda stessa”. Altri corsi sono quelli per gli addetti alle emergenze. Gli associati vengono avvisati in prossimità della scadenza, per gli aggiornamenti, secondo quanto previsto dalla normativa.

 “Entrambe queste tipologie di corsi godono di considerevoli rimborsi da parte di Ebav ( Ente bilaterale regionale dell’artigianato Veneto) -conclude Chinellato- per le ditte artigiane regolarmente iscritte. Per i corsi di formazione obbligatoria dei lavoratori, svolti presso l’Associazione nella forma partecipata, Ebav prevede un rimborso alle aziende pari a 9 euro ora a partecipante; mentre per i corsi per gli addetti alle emergenze, è previsto un rimborso pari al 70% della spesa sostenuta”.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close