Economia e Politica

Covid in Veneto, ad un passo da quota 2000 contagiati

La Regione del Veneto ha diffuso ieri i dati sui contagi. I casi registrati sono stati 1.931, a fronte dell’effettuazione di 23.285 tamponi molecolari e 67.307 antigenici. Nella terapia intensiva di Padova, il 100% di non vaccinati. A confermarlo è il direttore generale dell’Azienda ospedaliera di Padova, Giuseppe Dal Ben, spiegando che “in terapia intensiva abbiamo anche un bambino di soli 10 mesi”. E la curva dei contagi si sta alzando rapidamente, in Veneto si prevedono 50mila positivi entro metà metà dicembre. “Questa è l’epidemia dei non vaccinati: questa settimana abbiamo 19 persone in terapia intensiva, tutte relativamente giovani, che non avevano altre patologie, tutti non vaccinati. Il virus colpisce duro e non guarda in faccia nessuno”, dice Dal Ben.

Sono quattro le vittime del Covid decedute nelle ultime ore, un dato che preoccupa e porta il totale dei morti, dall’inizio della pandemia, a 11.922. Negli ultimi due anni, la situazione veneta si è rivelata tra le più pesanti e lo confermano i 469.460 casi esaminati, tra deceduti e guariti. Sul fronte clinico, i numeri crescono con 431 ricoveri in area non critica (+19) e 78 pazienti gravi curati in terapia intensiva (+1).

Intanto il leader no-vax trevigiano è positivo al Covid. Lorenzo Damiano, 56 anni trevigiano, è risultato positivo dopo un pellegrinaggio a Medjiugorje. Ora si trova in terapia sub intensiva all’ospedale trevigiano di Vittorio Veneto. A ottobre, da Treviso aveva lanciato una “Crociata contro la tirannide sanitaria”. Alle ultime comunali la sua sigla aveva ottenuto il 2,78%.

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close