Economia e Politica

Elezioni 2022, Renzi: “Con Crisanti chiusi al primo raffreddore”

“Il Pd ha scelto, secondo me Letta è rimasto fermo al 2014 ma invece siamo nel 2022”. Lo ha detto il leader di Iv, Matteo Renzi, ospite di ‘Tg2 Post’. “Le candidature del Pd sono fatti del Pd ma dalle candidature si capisce cosa si vuole fare. Se uno candida Crisanti che è uno dei virologi più famosi, che prima voleva tenerci chiusi a Natale, poi ad aprile voleva chiuderci in casa per salvare l’estate, poi in estate chiusi di nuovo perché altrimenti c’erano troppi morti. Ho paura che al primo raffreddore ci prendiamo una quarantena di due mesi e non ne usciamo” attacca Renzi.”Credo che mi candiderò nella stessa circoscrizione di Berlusconi, Milano 2 al Senato” rivela, poi. Il burrascoso cambio della guardia Letta-Renzi a palazzo Chigi nel 2014 ha inciso sulle decisioni del Pd nella formazione delle liste? “Secondo me sì – ha risposto il leader di Iv, Matteo Renzi – ma quella ormai è preistoria. Se uno si candida, si deve candidare guardando al futuro”.

Savlini e Meloni

“Dire che la Meloni e Salvini sono pericolosi perché propongono l’elezione diretta del presidente della Repubblica, è una follia” sostiene Renzi. “Salvini e Meloni non attentano alle libertà degli italiani con l’elezione diretta, caso mai sono un pericolo per il nostro portafoglio”.

L’attacco a Conte sulle Olimpiadi

“Le Olimpiadi a Roma non si sono fatte per colpa del M5S, che non vuole bene all’Italia”. “Quelle Olimpiadi, che noi speriamo possano vedere gli azzurri stravincere nel 2024, si faranno invece a Parigi perché Grillo, Conte, la Raggi e Di Maio hanno detto no, facendo del male al nostro Paese”.

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close