Economia e Politica

Elezioni, Paragone: “Salvini deve stare zitto, il suo ministro si chiama Giorgetti”

“Il Governo, al di là delle chiacchiere, deve mettere 35 miliardi sul piatto”. Lo ha detto Gianluigi Paragone che chiude a Sulmona, nell’Aquilano, la campagna elett orale, in vista delle elezioni del 25 settembre, della lista ‘Per l’Italia con Paragone’ legata al movimento ItalExit per l’uscita dell’Italia dalla Unione europea.

L’attacco a Salvini

“Salvini deve stare zitto perché il suo ministro si chiama Giorgetti ed è ministro dello sviluppo economico”, ha aggiunto Paragone. “48 ore fa sedeva al Consiglio dei ministri È inutile che fa chiacchiere. Prende il suo ministro e gli dice cosa devono fare. 35 miliardi. Poi prendono gli altri 6 di extra profitto di Eni e iniziamo a 42 miliardi”, ha concluso. “Con 42 miliardi si ragiona in termini di protezione del mondo industriale e del mondo delle famiglie”.

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close