Economia e Politica

Espulso Beschin per commenti razzisti

Il coordinatore di Forza Nuova ora però sostiene che “Maty Fall Diba è indiscutibilmente italiana”. Ma per la Lega era troppo tardi. È stato espulso dal gruppo della Lega Nord al Comune di Arzignano (Vicenza) Daniele Beschin, il coordinatore di Forza Nuova del vicentino finito sotto accusa per alcune frasi su Facebook sull'”italianità” della modella concittadina Maty Fall Diba, di origine senegalese.

 Il commento di Beschin

Lo rende noto lo stesso Beschin, affermando di essere stato vittima di “giochi di palazzo e per delle guerre fratricide interne alla Lega che non mi riguardano, però – sostiene – di razzismo nelle mie parole non c’era nulla”. “Sono sorpreso e anche amareggiato nel constatare come le mie parole siano state volutamente fraintese e strumentalizzate. Il mio commento era riferito solo a dei canoni di bellezza e non al fatto che la bellissima Mati sia una ragazza italiana, fatto indiscutibile. 

Negare che ci sia una bellezza tipica della nostra terra, così come una tipicamente africana, asiatica, sudamericana e così via, è cadere nell’ipocrisia. Un’ipocrisia pericolosa che nega le differenze, anziché riconoscerne la bellezza e il valore. Il vero razzismo di chi non vede la bellezza nelle diversità. Evviva dunque le diversità. Evviva chi non rinuncia ad essere se stesso, e auguro sinceramente a Maty – conclude – il grande successo che merita”.

Il razzismo

Sul contenuto razzista delle frasi espresse da Beschin si è invece formata un’opinione completamente diversa la Lega Nord, che ha espulso Beschin all’unanimità. Fin qui la difesa, una vera e propria retromarcia, di Beschin dopo le sue parole nei confronti di Maty Fall Diba.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close