Economia e Politica

Gian Angelo Bellati alla guida di Longarone Fiere

Fresco di nomina alla Presidenza della Fiera di Longarone, Gian Angelo Bellati (primo non bellunese ad essere insignito della carica) ha dovuto subito fare i conti con la Fiera di Arredamont e con il maltempo che ha devastato la provincia. Ma lui, oltre ad aver un curriculum di tutto riguardo (dalla responsabilità dell’Eurosportello Veneto al ruolo di consigliere economico del Granducato di Lussemburgo in Italia) non manca certo di coraggio.

“La fiera di Longarone e Arredamont hanno reagito bene dopo la recente calamità naturale che ha colpito il Bellunese”. A dirlo il nuovo presidente Gian Angelo Bellati. “Il maltempo che ha colpito in particolare il bellunese ha provocato sicuramente danni materiali ma anche una diminuzione delle presenze dei visitatori alla fiera Arredamont ma la curiosità e l’interesse dei visitatori e la capacità di reagire delle imprese hanno permesso di recuperare con numeri importanti la loro presenza alla fiera con grande soddisfazione – dice il presidente Bellati – e possiamo confermare che, nonostante il forte calo di presenze sia di visitatori che delle imprese presenti alla fiera sia stato forte ed evidente, il tempo (che per un paio di giorni ha concesso una tregua nonostante i gravi danni) ha favorito un grande afflusso di visitatori nelle ultime giornate.

Le imprese presenti hanno manifestato la loro soddisfazione perché gli affari sono finalmente ripartiti. Non abbiamo sbagliato ad auspicarci in quei giorni tranquilli in cui Longarone poteva essere raggiunta, una presenza massiccia e soprattutto numeri importanti per le imprese che grazie alla loro presenza in fiera hanno avuto come obiettivo quello di sviluppare il business, il loro mercato e la conoscenza da parte dei potenziali consumatori dei loro prodotti di altissima qualità. La fiera, infatti, quest’anno si è caratterizzata per un numero veramente alto di espositori, molti dei quali venuti da molti anni a dimostrazione che questo appuntamento è molto sentito dal mondo delle imprese ma anche da un livello qualitativo sempre più alto delle imprese. C’è da segnalare anche la presenza di imprese di ben 9 paesi esteri soprattutto europei che hanno in gran parte confermato che torneranno alla prossima edizione visto gli ottimi risultati di visibilità di mercato che hanno avuto.

Il Presidente Padrin ha affermato che il Governatore Zaia ha dato un grande sostegno e che per far fronte ai danni materiali e di immagine che la Fiera ha avuto verranno subito attivati gli interventi previsti dalla Regione dallo stato a favore del Bellunese, segno di quanto importante siano gli appuntamenti della Fiera di Longarone”.

Bellati è, dunque soddisfatto ma non perde di mira i prossimi appuntamenti. “Se nelle giornate di venerdì sabato e domenica c’è stato un grande afflusso di visitatori che ha parzialmente compensato il blocco causato dal maltempo dei giorni precedenti, mi ha soprattutto fatto notare una grande voglia di agire, di lavorare e di reagire da parte delle imprese presenti che confermano che questa fiera è una sera di nicchia, un gioiello che dobbiamo tutti, come dice il presidente Padrin e come ha sottolineato il presidente Zaia, rafforzare e partecipare.

Ora dobbiamo puntare alla prossima fiera quella del Gelato che apre i battenti domenica 2 dicembre e che è un’altra fiera importantissima per la quale Longarone è conosciuta in tutto il mondo. Anche per quella sarà importante la partecipazione forte da parte delle aziende interessate ai b2b da parte dei visitatori”.

 

per gentile concessione Qdpinews.it

Gian Nicola Pittalis 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close