Economia e Politica

I capricci di Mario Draghi: con Pier Ferdinando Casini al Quirinale sarà addio al governo

Mario Draghi mostra l’altolà sulla partita del Quirinale. “Perché dovrebbe restare al governo?” è la domanda che si fa qualcuno sull’ipotesi di una permanenza dell’ex banchiere centrale in caso di salita al Colle di Pier Ferdinando Casini, uno scenario che non gli piace per nulla e lo spingerebbe a dire addio all’esecutivo.

Il parere di Casini

“La vedo dura che rimanga. L’unica cosa per farlo restare è che resti anche Sergio Mattarella. O che arrivi Giuliano Amato, forse”, la confessione con parole ritenute sicure di qualcuno spesso a contatto con il presidente del Consiglio. I retroscena sono un segnale di pressione verso la politica.

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close