Economia e Politica

L’assessore Roberto Marcato protagonista a Insieme Idee e Persone

Mercoledì 2 dicembre, ospite della trasmissione, Insieme Idee e Persone, Roberto Marcato, Assessore Regionale Veneto allo Sviluppo Economico ed Energia si è lasciato andare a importanti considerazioni sulla situazione attuale in Veneto e in Italia. Come ormai ci ha abituato in tanti anni di politica, Marcato non ha avuto remore a rispondere alle domande del conduttore. Vediamo insieme cosa ha detto.

Le dichiarazioni di Marcato

Sono davvero i giovani gli untori di questo virus?
“Non possiamo dare la colpa ai giovani perché vogliono farsi un aperitivo. Siamo esseri umani e abbiamo bisogno di libertà. Durante i mesi estivi questo Governo non si è preoccupato di arginare la seconda ondata del virus che era più che prevedibile. Per vent’anni abbiamo fatto tagli alla sanità ospedaliera, la mancanza di medici è dovuta alla selezione dei test di ingresso alla facoltà universitaria di medicina. Paghiamo il pregresso di importanti errori che sono stati fatti”.

Le cause della crisi

Questa crisi economica a cosa è dovuta? “L’economia soffre per una situazione pandemica generale ma è in crisi anche perché non è stato fatto abbastanza per prevenire questo. Un esempio è quando questa estate la commissione europea dei trasporti aveva proposto un capienza massima al 50%nei mezzi pubblici e la non presenza fisica nelle scuole. Il Governo ha approvato una capienza dell’80% nei mezzi pubblici e ha mandato tutti i ragazzi a scuola. Errori grossolani, come aver speso inutilmente risorse economiche per i banchi a rotelle quando potevano essere utilizzati per chi ne aveva realmente bisogno”.

Le strategie

Esiste una strategia dietro queste manovre governative?
“Nessuna strategia. Ci troviamo di fronte ad una totale incapacità di fare sintesi e attuare misure risolutive. Mi auguro che il prossimo Dpcm sia univoco senza continue revisioni. Gli italiani hanno già subito abbastanza tensioni a livello psicologico”.

Questione vaccini

Del vaccino cosa ne pensa? Spero che possa essere l’inizio di una vera soluzione. Resta il rammarico di non essere riusciti ad evitare le chiusure e a trovare una soluzione di convivenza con questo virus.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close