Economia e Politica

L’identikit del No Vax: licenza di scuola media, disoccupato e con disagio abitativo

Mentre con gli ultimi provvedimenti governativi è stato imposto l’obbligo vaccinale in Italia per tutti gli over50 una ricerca del Dipartimento di epidemiologia della Regione Lazio tenta di fotografare il ‘no-vax medio‘, i risultati? La percentuale di non vaccinati è più alta negli stranieri, nei meno istruiti e “nei residenti in sezioni di censimento più deprivate”.

L’identikit

Ad anticipare le conclusioni dello studio (pronto per la pubblicazione) è la Repubblica. Il campione considerato all’interno del report sono gli abitanti del Lazio che hanno compiuto i 35 anni (3,5 milioni di persone) per non includere chi ancora non ha concluso gli studi. Come riporta il quotidiano romano, la copertura vaccinale osservata è relativa al 22 dicembre, quando la popolazione senza nemmeno una dose nel Lazio era poco più del 10%.

Ignoranti

Tra le persone con un basso titolo di studio (al massimo la licenza media) secondo lo studio il rischio di non essere vaccinati rispetto a chi invece ha conseguito una laurea è maggiore del 40%, una percentuale che si traduce in un dato eloquente: per ogni non vaccinato con laurea ce ne sono quasi 3 con il diploma di scuola media inferiore.

Il contesto socioeconomico

La stessa situazione si verifica anche con riferimento al contesto socioeconomico e abitativo: chi ha una posizione più svantaggiata infatti (“i residenti in sezioni di censimento più deprivate” è scritto nello studio, tendenzialmente quindi chi è disoccupato, vive in condizioni di solitudine in contesti ad alta densità abitativa senza casa di proprietà) avrebbe un rischio di non essere vaccinato maggiore del 30% rispetto a chi vive una condizione più avvantaggiata. Se si prende in considerazione la popolazione straniera poi, e in particolare quella che arriva da Paesi “ad alta pressione migratoria”, il rischio di non essere vaccinati sarebbe addirittura 3 volte maggiore rispetto ad un italiano.

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close