Economia e Politica

Liliana Segre cittadina onoraria di Venezia?

Pochi giorni dopo l’iniziativa di celebrazione del trentennale della caduta del Muro di Berlino intitolata “Il sogno di un’Europa senza muri”, prosegue l’impegno dell’Associazione Passaggi a NordEst. A sostegno dei principi di democrazia e libertà e contro tutte le forme di totalitarismo e intolleranza. Stefano Tigani, Presidente dell’Associazione, ha inviato a tutti i Consiglieri Comunali di Venezia un appello affinché promuovano il conferimento della cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre.

La lettera inviata per Liliana Segre

“L’associazione che rappresento pone a base della propria attività la lotta all’indifferenza. La cultura della condivisione, lo spirito di  servizio verso la comunità, l’esaltazione del valore della vita, la difesa dei principi di democrazia e libertà. Tutto ciò si deve e si può esprimere anche con gesti simbolici di forte ispirazione. Quale ritengo possa essere il conferimento della benemerenza che propongo a Liliana Segre.

Perché Venezia

Mai come nell’attuale cornice storica è il Comune, che più da vicino rappresenta il cittadino, a dover dimostrare come i venti della discriminazione vadano abbattuti sul nascere. E non vadano sminuiti nella loro gravità, né tantomeno sottovalutati. A maggior ragione può e deve farlo Venezia, storicamente crocevia di culture, esempio di integrazione, città simbolo di pace. Una città che possiede una comunità ebraica molto importante. Una città-mondo quale è Venezia deve farsi custode e sentinella attiva dei valori di libertà e dei diritti umani. E mantenere viva la memoria della immensa sofferenza causata da quel male profondo che visse il secolo scorso, l’orrore del nazi-fascismo e dell’Olocausto.

Liliana Segre e la memoria

La memoria, in un momento nel quale si notano inquietanti segnali di banalizzazione del male e riemergono preoccupanti gesti di intolleranza, è un prezioso strumento di valorizzazione della vita umana. E noi possiamo e dobbiamo farcene portavoce. Come disse José Saramago “Noi siamo la memoria che abbiamo e la responsabilità che ci assumiamo. Senza memoria non esistiamo e senza responsabilità forse non meritiamo di esistere”. Credo di esprimere un sentimento comune affermando che la Senatrice Liliana Segre rappresenta in modo indiscutibile una delle figure più nobili della nostra Nazione. Una testimone della tragedia della Shoah che in tutti questi anni ne ha tenuto viva la memoria promuovendo campagne per debellare razzismo e antisemitismo.

La cittadinanza richiesta

Conferirle la cittadinanza onoraria, aggiungo, è un dovere anche verso noi stessi e verso le generazioni future, quelle che subiranno le conseguenze delle nostre azioni. Se queste azioni saranno orientate verso l’esaltazione dei preziosi valori che la nostra Costituzione custodisce, avremo compiuto il lavoro che ci è richiesto di fare. Come persone, come padri e come madri”.

La sottoscrizione

L’appello si può sottoscrivere online a questo link: http://appellosegre.passaggianordest.it. L’associazione coglie l’occasione per esprimere partecipazione e solidarietà attiva alla città di Venezia, colpita dalla catastrofe dell’alluvione. Passaggi a NordEst non farà mancare il proprio contributo nell’aiuto concreto alla popolazione.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close