Economia e Politica

Manifestazioni ‘No pass’, la stretta nei centri storici. Puzzer: “Le direttive del Viminale limitano la libertà”

“Le manifestazioni cosiddette ‘no pass’ stanno paralizzando ogni sabato, da settimane, il centro storico di tante città, creando disagi a cittadini e commercianti, oltre a generare assembramenti tra non vaccinati. Per ovviare a questi disagi il Ministero dell’Interno ha varato una ‘stretta’ e stabilito regole nuove: sono concessi solo sit-in e fuori dai centri storici. Vista la risalita dei contagi, saranno anche intensificati i controlli sul Green pass.  Vanno mantenute le misure di prevenzione in atto e le persone devono essere incentivate a vaccinarsi”.

È quanto afferma il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia

“Non possiamo correre il rischio di dover fronteggiare nuove emergenze, come altri Paesi Ue stanno sperimentando. Ne va della salute pubblica e dell’economia del Paese”, ha aggiunto Sibilia.

Sangalli

I cortei ‘no green pass’ “fanno perdere il 30% del fatturato”. A dirlo il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli, a margine dell’apertura del Forum di Conftrasporto, rispondendo a una domanda sull’effetto delle manifestazioni sul settore che rappresenta. I cortei “che si susseguono ogni sabato – aggiunge – sono inaccettabili”.

Tutte le limitazioni alle libertà delle persone sono sbagliate

È il principio base ribadito da Stefano Puzzer, leader del movimento “La gente come noi – Fvg” e una delle principali voci delle proteste no Green pass, a fronte di una stretta sulle manifestazioni annunciata dal Viminale. “Ci informeremo se queste direttive sono lecite”, precisa Puzzer. Dopo di che “se saranno lecite, le rispetteremo, altrimenti ci opporremo per vie legali e se ci verrà detto che possiamo muoverci, ci muoveremo”. Opporsi legalmente implica però attendere del tempo e allora, intanto, “ci impegneremo a organizzare manifestazioni statiche”.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close