Economia e Politica

Manovra: Draghi convoca i sindacati

Rush finale sulla manovra che dovrebbe arrivare in Consiglio dei ministri giovedì. Il leader della Lega Matteo Salvini è arrivato a Palazzo Chigi per incontrare il premier Mario Draghi. Salvini è accompagnato dal responsabile del dipartimento Lavoro della Lega Claudio Durigon.

La Lega è al lavoro sul “salva pensioni”

“Questo per evitare il ritorno alla Fornero. Seguiranno aggiornamenti”. Lo afferma una nota della Lega al termine dell’incontro fra l’ex ministro e il premier a Palazzo Chigi, che è durato circa un’ora.

La convocazione

Il presidente del Consiglio ha convocato i sindacati domani pomeriggio, alle 18, a Palazzo Chigi in vista del varo del provvedimento. “Sugli ammortizzatori abbiamo costruito un meccanismo universalistico differenziato. Gli ammortizzatori costruiti sono molto moderni: sono subordinati all’impegno verso percorsi di carattere formativo”. In base a quanto si apprende, è quanto ha detto Andrea Orlando, ministro del Lavoro e capodelegazione dem al governo, intervenendo all’assemblea dei deputati Pd sulla Manovra. “La cig e la naspi sono collegate a politiche attive e alla formazione. Nel frattempo è partito con tre mesi di anticipo rispetto alla tabella di marcia del Pnrr il programma GOL, un bel risultato”.

Scontro Lega-Pd sulle pensioni, verso la manovra giovedì

“Ora il Presidente Draghi rispetti gli impegni presi in Consiglio dei ministri: il cashback riparta dopo la sospensione, con gli opportuni aggiustamenti”. Così il vicepresidente del M5s Michele Gubitosa. “Come ha detto il Presidente Giuseppe Conte pretendiamo chiarezza sull’impegno che era stato preso da Palazzo Chigi” e “la lotta all’evasione non è una bandierina del M5S, dovrebbe essere la bandiera di tutti” ha aggiunto

Con quote mobili vantaggi per pochi

L’accesso alla pensione anticipata rispetto alla vecchiaia con Quota “mobile” per i contributi lasciando per i prossimi tre anni l’età minima fissata a 64 anni interesserebbe pochi lavoratori secondo l’elaborazione di alcuni tecnici allargando solo leggermente la platea rispetto all’ipotesi di Quote crescenti grazie all’età e con contributi costanti. La nuova ipotesi circolata nel confronto sulla manovra prevederebbe l’uscita dal lavoro nel 2022 a 64 anni con 38 di contributi (Quota 102) per poi aumentare nei due anni successivi solo i contributi lasciando ferma l’età. Quindi si avrebbe Quota 103 nel 2023 con 64 anni di età e 39 di contributi e nel 2024 Quota 104 con 64 anni di età e 40 di contributi.

La proposta della Cgil

Ma in questo modo, secondo gli esperti, nel 2022 potrebbero uscire solo coloro che avevano già l’età per Quota 100 quest’anno ma non ancora i contributi (quindi ad esempio lavoratori del 1958 con 37 anni di contributi oggi) ma non quelli che avevano i contributi ma non l’età (lavoratori del 1960 con 40 anni di contributi ad esempio). Per questo primo anno la Cgil ha previsto un’uscita di meno di 10mila lavoratori. Nel 2023 uscirebbero di fatto solo i lavoratori del 1959 con 37 anni di contributi nel 2021 perché se nati prima avrebbero potuto uscire nel 2022 (con 64 anni e 38 di contributi) e se con più anni di contributi avrebbero potuto avvalersi di Quota 100. Nel 2024 sarebbe alla fine il turno dei lavoratori del 1960 con 40 anni di contributi che hanno “sfiorato” Quota 100 e rincorso le Quote. Questa coorte sarebbe l’unica (se la sperimentazione di esaurirà in tre anni prima di tornare alle regole della legge Fornero) ad avere vantaggi rispetto all’ipotesi precedente (Quota 104 con 66 anni di età e 38 di contributi) anche se una grande parte potrebbe essere andata già in pensione grazie all’uscita possibile a qualsiasi età con 42 anni e 10 mesi di contributi (41 e 10 mesi per le donne).

L’ipotesi

Dare più tempo per la ristrutturazione con il Superbonus anche ai proprietari di case unifamiliari ma con un tetto di reddito: è questa, secondo quanto si apprende, una delle ipotesi che si starebbe facendo largo nella maggioranza per trovare una intesa sulla proroga dell’incentivo al 110% anche per case singole, ville e villette da inserire in manovra.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close