Economia e Politica

Nato: “Russia potrebbe usare armi chimiche”

Nella guerra con l’Ucraina, “la Russia potrebbe usare armi chimiche”. Lo ha dichiarato il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg. “Ora che sono state prodotte queste accuse false, dobbiamo rimanere vigili perché è possibile che la Russia stessa stia pianificando missioni con armi chimiche”, ha detto, respingendo le affermazioni del governo russo secondo cui gli Stati Uniti hanno gestito laboratori segreti in Ucraina per lo sviluppo di armi biologiche.

L’appello a Putin

“Vediamo con orrore il numero crescente di vittime civili e l’insensata distruzione da parte delle forze russe. Il popolo ucraino sta resistendo con coraggio e determinazione, ma è probabile che i prossimi giorni porteranno una sofferenza ancora maggiore”, ha detto Stoltenberg al quotidiano Welt am Sonntag. Il segretario generale della Nato ha ribadito l’appello al presidente russo Vladimir Putin a “porre fine a questa guerra, ritirare tutte le forze e impegnarsi nella diplomazia”. Stoltenberg infine ha di nuovo escluso che la Nato possa imporre una no-fly zone sull’Ucraina. Ciò significherebbe attaccare le forze russe con il rischio di “uno scontro diretto e un’escalation incontrollabile. Dobbiamo porre fine a questa guerra e non estenderla”, ha sottolineato.

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close