Economia e Politica

Russia: “Armi chimiche? Basta disinformazione Usa”

L’ambasciata russa a Washington bolla come “provocatorie” le dichiarazioni del portavoce del Dipartimento di Stato Usa, Ned Price, sui timori che la Russia possa cercare di usare armi chimiche in Ucraina, e chiede “a Washington di smettere di diffondere disinformazione”.

Le accuse

“Abbiamo preso atto delle affermazioni provocatorie di Price al briefing del 12 aprile – si legge in una dichiarazione diffusa su Facebook -. Ancora una volta si distingue per i suoi discorsi futili, non corroborati da una sola prova”. Secondo l’ambasciata, le Forze armate russe “non hanno e non possono avere a disposizione” armi chimiche “perché il nostro Paese ha eliminato tutte le scorte nel 2017” e “sono preoccupanti le informazioni confermate dal ministero della Difesa russo sulla preparazione di provocazioni da parte di estremisti ucraini con l’uso di sostanze chimiche”.

La risposta di Zelensky

Ma secondo il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, intervenuto oggi in collegamento video al Parlamento estone, la Russia starebbe usando bombe al fosforo in Ucraina e questi sono ”chiaramente atti di terrorismo contro la popolazione civile”.

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close