Economia e Politica

San Donà: si chiede una superstrada

Via del Mare, il territorio chiede anche una superstrada dal casello di Noventa.

La Regione ha sbloccato l’iter per l’apertura delle buste originari per il project financing. Il presidente della Regione Luca Zaia ha confermato che si va avanti. La superstrada con pedaggio partiva dal casello di Melo fino alle porte di Jesolo, rotatoria ex Tosano. Ci sarebbe però anche una proposta da Noventa.

“Non possiamo non considerare il casello di Meolo con tutte le sue uscite”, ha detto il sindaco di San Donà, Andrea Cereser, “ Anas potrebbe considerare un adeguamento del tracciato dal casello di Noventa, visto che già è previsto il sovrappasso nell’area della rotonda Ipercoop-Sme. Il nodo da sciogliere sarà poi verso il litorale, poiché dalla rotatoria ex Bennet dovrà essere realizzata una nuova strada per le auto che arrivano sul litorale e rischiano di imbottigliarsi”.

Anche il vice sindaco di Noventa, Alessandro Nardese è in sintonia con questa idea.

Il consigliere regionale Francesco Calzavara, ex sindaco di Jesolo e presidente della II commissione, è fiducioso:

“La volontà del presidente Zaia di verificare la possibile realizzazione di una nuova via verso il mare di Jesolo e Cavallino”, spiega, “sta trovando concretezza con il lavoro che l’assessore De Berti sta svolgendo sia in Regione Veneto che a Roma per risolvere alcune problematiche di carattere procedurale che rischiavano di invalidare il percorso autorizzativo.

“Con la delibere approvata in giunta regionale la scorsa settimana”, prosegue, “si procede celermente per arrivare all’aperture delle buste consegnate al tempo del bando di progetto di finanza.

L’aggiudicazione della gara d’appalto e la successiva conferma da parte del aggiudicatario di voler realizzare quest’opera alla condizioni proposte ci porterà all’assegnazione definitiva.

A distanza di quasi 100 anni dalla costruzione delle Portegrandi-Caposile, strada che in estate si trasforma in un lungo serpentone fumante di auto in coda, siamo molto vicini a una soluzione che i tanti turisti italiani ed esteri che frequentano le nostre spiagge aspettano da anni.

Il passo successivo sarà l’ ulteriore estensione della via del Mare, che dalla rotonda Frova possa arrivare fino a Punta Sabbioni e al suo nuovo terminal.

“Questa”, precisa ancora, “rimane la vera soluzione per dare risposta al territorio e alla sua economia portante. Ciò non toglie che un potenziamento dell’altro asse, da Noventa di Piave verso il mare, con la costruzione di un sovrappasso nella zona commerciale di San Donà, completerebbe la risposta in termini di flussi veicolari: da Meolo quelli provenienti dal Brennero e dal Nord Ovest Italia, da Noventa per quelli provenienti da Tarvisio”.

Giovanni Cagnassi

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close