Economia e Politica

Terza dose vaccino anti-covid dopo 5 mesi

“La dose di richiamo è cruciale per proteggere meglio noi e chi ci sta accanto. Dopo l’ultimo parere di AIFA sarà possibile farla a 5 mesi dal completamento del primo ciclo. Vacciniamoci tutti per essere più forti”. Ad annunciarlo via social il ministro della Salute, Roberto Speranza, il quale ha sottolineato come sia “cruciale per proteggere meglio noi e chi ci sta accanto”.

Da domani mercoledì 24 novembre sarà dunque possibile ricevere la dose ‘booster’ “a 5 mesi dal completamento del primo ciclo”. “Vacciniamoci tutti per essere più forti”, ha aggiunto. L’ok alla terza dose di vaccino con un anticipo di ben un mese rispetto a quanto previsto finora sarebbe arrivato da Aifa e Cts prima dell’annuncio del ministro , come emerso durante la riunione tra governo e regioni a Palazzo Chigi. Nella tarda serata, quindi, la circolare: somministrazioni anticipate del ‘booster’ al via a partire da domani.

Sulla lotta alla pandemia di coronavirus in Italia, “sono ore molto delicate in cui stiamo valutando ulteriori scelte da compiersi nell’interesse del Paese dentro questa battaglia ancora aperta contro il virus”, ha sottolineato Speranza in un videomessaggio inviato in occasione del workshop nazionale di Aiop (Associazione italiana ospedalità privata) sul tema ‘Pnrr: le opportunità per la componente di diritto privato del Ssn e il ruolo delle Regioni e delle Province autonome’.

“Non vi è dubbio – ha continuato il ministro – che nei prossimi giorni questa sarà ancora la priorità: tenere la curva sotto controllo ed evitare l’esplosione del contagio che stiamo vedendo in tanti altri Paesi europei”. Contenere la nuova ondata di Covid-19 è uno “sforzo essenziale, fondamentale – ha evidenziato – che ci vede impegnati in modo particolare nella campagna di vaccinazione”.

Intanto torna a risalire dopo il fine settimana il numero dei contagi in Veneto, con 1.632 nuovi casi, il doppio rispetto a quelli registrati ieri, con il totale a 503.303. Si registrano anche 8 vittime, con il totale a 11.918. L’incidenza dei contagi sui 123.769 tamponi effettuati (19.463 molecolari e 104.306 rapidi) è dell’1,32%. Gli attuali positivi sono 22.652. Prosegue anche l’aumento dei ricoveri ospedalieri, con 412 pazienti in area non critica (+23) e 77 (+6) in terapia intensiva.

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close