Flash News

I bimbi delle elementari a scuola di ecologia con Legambiente

CAMPONOGARA. Muniti di pettorina, guanti e sacchetti dei rifiuti gli studenti delle elementari di Camponogara hanno pulito i parchi con Legambiente. All’iniziativa hanno aderito la “Don Milani” di Camponogara, la “Manzoni” di Calcroci e l’a “D.Alighieri” di Prozzolo, con la collaborazione dell’amministrazione, in occasione della Giornata “Puliamo il mondo” 2018, promossa da Legambiente. Il progetto di volontariato ambientale ha visto i giovani studenti impegnati per qualche ora in un vero e proprio laboratorio a cielo aperto sull’educazione ecologica assistiti dagli insegnanti, da alcuni genitori, dai volontari della Protezione Civile e dalla sessione della Riviera di Legambiente, oltre che dal sindaco Gianpietro Menin, che ha spostato l’iniziativa che promuove nei giovanissimi il rispetto della natura e del verde pubblico.

«Le classi – racconta un’insegnate che ha partecipato all’iniziativa – sono uscite in tre momenti diversi della giornata recandosi nei parchi dei rispettivi paesi. La “lezione” è iniziata appena fuori da scuola perché con l’assistenza dei volontari della protezione civile i bambini hanno capito come muoversi a piedi per le strade del paese. Poi sono stati consegnati ai bambini i kit per la raccolta dei rifiuti di Legambiente acquistati dal Comune».

I parchi erano stati in precedenza preparati dai volontari dell’associazione: «Prima della nostra visita – spiega la maestra- nei parchi erano stati posizionati vari tipi di rifiuti per spiegare ai bambini che cos’è la raccolta differenziata e quali comportamenti bisogna evitare. L’esperienza è stata molto bella e istruttiva, ha stimolato la curiosità degli alunni. Un segnale importante è stata anche la partecipazione di alcuni genitori, in quanto svolgono un ruolo fondamentale nell’educazione ambientale dei figli. Un laboratorio a cielo aperto che sicuramente ha lasciato nei nostri giovani studenti qualcosa che tornerà utile per il loro futuro di cittadini educati e consapevoli».

La giornata si è conclusa con l’affissione in ogni parco di un cartello che certifica la pulizia dell’area da parte di Legambiente e con una merenda all’aperto che, però, non ha lasciato traccia di rifiuti in giro.

Gaia Bortolussi

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close