Flash News

Prosa, musica e danza: al via la ricca stagione di spettacoli al Dario Fo di Camponogara

CAMPONOGARA. Inaugurata venerdì scorso con grande successo di pubblico, grazie al ritmo incontenibile della Soul Power Band feat. Mattia Dalla Pozza e Massimo Morganti, la stagione al teatro Dario Fo di Camponogara. Anche quest’anno la programmazione proposta dall’assessorato alla Cultura del Comune di Camponogara con Arteven, Circuito Multidisciplinare-Regione del Veneto, vanta appuntamenti di prosa, musica e danza con grandi nomi dello spettacolo.

La stagione di prosa comincerà giovedì 8 novembre con Monica Guerritore, impegnata in un progetto che la vede protagonista, regista e autrice, tornando ad indossare l’armatura di Giovanna D’Arco: «la sua passione» dice l’attrice «è universale e travalica il tempo, la sua idea di libertà è eterna». Il 30 novembre andrà in scena lo spettacolo comico “Appunti G”, con la trascinante simpatia di un quartetto tutto al femminile: Alessandra Faiella, Livia Grossi, Rita Pelusio e Lucia Vasini. “Appunti G” è un’inchiesta nata dalle lettere raccolte da tutta Italia in occasione del Festival delle Lettere del 2016, uno spettacolo dissacrante e coinvolgente. Il 13 dicembre sarà il turno di “Le Cirque Fantastique” della compagnia Theama Teatro, con clown, giocolieri, maghi, contorsionisti e fachiri nelle mani di uno spietato impresario teatrale che li paga a cottimo in base alla quantità di risate che riescono a suscitare nel pubblico.

Poi il 17 gennaio verrà ospitata un’altra mattatrice dello spettacolo dal vivo come Serena Dandini con “Serendipity”, un’opera buffa che mescola il reading alla musica, “disturbata” dagli interventi comici di Germana Pasquero. Un happening sgangherato che si snoda tra comicità irriverente e riflessioni semi serie, ma anche serissime, sul destino del genere femminile nel nostro paese. Il 25 gennaio toccherà a Morgan calcare il palco del Dario Fo con “La canzone perfetta”. Da Tenco a Ciampi, dai Beach Boys ai Kiss, da Chopin a Kurt Cobain, da Fossati ai Duran Duran, attraverso la mondologia della canzone. Morgan e Valentino Corvino saranno insieme sul palcoscenico per narrarci che cos’è una canzone e che cosa ci vuole per comporne una. La stagione di prosa continua il 5 febbraio con la narrazione di “Miseria e Povertà”, secondo il punto di vista della Compagnia Elsinor: «un dramma – per il regista Michele Sinisi – che sta contemporaneamente dentro e fuori la scena, un po’ come stare dentro e fuori dal personaggio, o da se stessi: è miseria e nobiltà del mestiere del vivere recitando».

Il 12 marzo toccherà al “Malato immaginario”, della ormai celebre compagnia Stivalaccio. La quarta recita de Il malato immaginario non viene data a Corte: tra i lavoratori del Palais Royal si parla di annullare lo spettacolo perché il Maestro non è dell’umore per andare in scena. A complicare la situazione il ritorno inaspettato di Madeleine Poquelin, sua figlia, fuggita dal convento dove era stata rinchiusa. Ma i Comici della Compagnia dello Stivale non ci stanno e lo spettacolo sulla celebre ed esilarante storia del Malato Argante ha inizio. Mentre il 28 marzo sarà il turno della danza con “Las palabras del baile”, con Carmen Meloni, che ne è anche coreografa e regista e Flamenco Lunares.

Gianluca Petrella ( © Roberto Cifarelli )

Il calendario della musica continuerà il 23 novembre, con il Cool Cat Trio con “Omaggio a Chet Baker”, uno spettacolo sulla vita e la musica di Chet Baker, uno dei più geniali trombettisti della storia del Jazz e punto di riferimento del ‘cool jazz’. Il 21 dicembre sarà il turno di “The Nuvoices project Gospel”, diretto da Rudy Fantin. L’11 gennaio toccherà alla Rich Double band feat. Gianluca Petrella, la band propone un repertorio di musica jazz funky e afrobeat che trae spunto dai mitici anni ‘70. Infine il 15 febbraio il programma si chiuderà in bellezza con Marcello Tonolo Quintet feat. Andy Sheppard, sassofonista inglese che ha contribuito alla fortuna del jazz americano nella seconda metà degli anni ’60. Altri appuntamenti fuori abbonamento: 15 marzo Romea/Nesti & Dalla Pozza Duo, 27 gennaio/ 10 Febbraio/3 Marzo/10 Marzo ore 18 Note Future 2019, stagione concertistica di musica classica.

Tutti gli spettacoli al Dario Fo inizieranno alle ore 21. La campagna per i nuovi abbonamenti sarà attiva dal 22 ottobre fino al 6 novembre. Le prevendite agli spettacoli saranno disponibili dal 7 novembre on-line su arteven.it e vivaticket.it, nei relativi punti vendita e presso l’Ufficio Cultura del Comune di Camponogara in Piazza Mazzini, dalle ore 9.00 alle ore 13.00, tutti i giorni esclusi i festivi. Possibile acquistare i biglietto anche il giorno dello spettacolo dalle ore 20.00, presso il teatro comunale Dario Fo, in Piazza Castellaro.

Il vice sindaco e assessore alla Cultura, Massimiliano Mazzetto, è soddisfatto nel celebrare il decimo anno di attività culturale e i risultati ottenuti in questi anni: «Questi traguardi tuttavia, sarebbero stati vani se a presidiare ogni rappresentazione non ci fosse stata non solo la presenza del pubblico, ma anche il calore con il quale esso segue gli spettacoli; una presenza tangibile e significativa che mai in questi anni è venuta meno e della quale l’amministrazione nel suo complesso ringrazia. Come pure un doveroso ringraziamento va a tutti coloro che a vario titolo in questo decennio, anche in momenti di difficoltà, hanno lavorato e si sono fattivamente adoperati per la buona riuscita delle molte iniziative di volta in volta realizzate: a tutti un grande e sentito grazie».

Gaia Bortolussi

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close