Libri e Fumetti

È morto il fumettista Stelio Fenzo

Il fumettista e illustratore italiano Stelio Fenzo è morto all’età di 89 anni. Nato a Venezia nel 1932, Stelio Fenzo è stato un disegnatore molto prolifico. Realizzò i suoi primi lavori a 14 anni per il giornale diocesano La voce di San Marco e contemporaneamente conobbe gli autori della rivista Asso di Picche, tra cui Hugo Pratt, Mario Faustinelli e Alberto Ongaro. All’inizio degli anni Cinquanta, dopo una serie di collaborazioni con giornali come Gazzetta del Popolo e Gazzettino Sera, iniziò a lavorare per il Vittorioso. Successivamente si trasferì in Inghilterra, dove lavorò a fumetti polizieschi e di guerra per la casa editrice Fleetway e fumetti rosa per la Thompson.

Il ritorno in Italia

Rientrato in Italia, negli anni Sessanta ereditò da Hugo Pratt il lavoro ai disegni di Kiwi, fumetto pubblicato da Fasani e creato da Giancarlo Ottani e Pratt che raccontava le avventure africane di un giovane ragazzo allevato dagli animali, sulla scia di Tarzan. Sempre Pratt gli cedette il lavoro ai disegni di un’altra serie, Capitan Moko (in precedenza Capitan Cormorant), in cui si narravano avventure marinaresche e coloniali dell’Inghilterra del 1700. Negli anni Settanta iniziò una lunga collaborazione al settimanale Il Giornalino, per cui realizzò sui testi di Raul Traverso il western I racconti di Saloon (1972-1976). La serie nasceva da un’idea di Don Tommaso Mastrandrea, allora capo della redazione romana e dal 1976 direttore della rivista. Il protagonista del fumetto era il classico “vecchietto del West” che di volta in volta raccontava le sue imprese di gioventù (come soldato, cowboy o pony express).

Gli anni ’70

Negli anni Settanta e Ottanta lavorò inoltre per le diverse case editrici di Renzo Barbieri, tra cui ErreGI, Ediperiodici e Edifumetto, realizzando alcune storie poliziesche (collana Odeon), pornografiche (collana Tabu) e dell’orrore (collane Macabro e Orrore) e creando testate longeve come Jungla, che raccontava le avventure erotiche di una vergine africana, o Belzeba, con le avventure erotiche di un diavolo ermafrodita.

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close