Libri e Fumetti

Enrico Trentin e l’Universo MAVRELL!

Non pago del successo tributatogli dalla sua collaborazione con la band “Elio e le Storie tese” Enrico ET Trentin torna alla ribalta con MAVRELL un nuovo progetto a fumetti che lo vede alle prese con uno spassoso Universo Italiano di Eroi diversamente Super!

 

 

 

Enrico, com’è nata l’idea di Mavrell?  “Mavrell rappresenta “L’idea scippata” per eccellenza, un universo di super(?)eroi tutto italiano che la major nota come “Casa delle idee” ha palesemente copiato e fatto suo, praticando tuttavia dei piccoli aggiustamenti che le hanno permesso di dribblare alla grande le leggi internazionali sul diritto d’autore”.

Accidenti, dovresti fare una bella causa a quel furbone di Stan! “Vedremo! Ma dato che da dieci anni a questa parte ne sta sfruttando le potenzialità producendo fumetti e pellicole pluri-premiate al botteghino, ho pensato che i tempi sono maturi per svelare al mondo i personaggi da cui tutto ha avuto origine: se doveste quindi ritrovarvi in situazioni già viste al cinema o già lette sulla carta non stupitevi più di tanto, perché il tutto è da sempre stato farina del mio sacco!”

A parer mio sei vittima del più grande furto di idee dai tempi di Meucci! “Appunto! E se qualcuno se ne starà lì a puntualizzare che le mie creature sono nate nel 2016 e quelle targate USA sono invece figlie degli ormai lontani anni Sessanta ditegli che sta cincischiando su un infimo e trascurabile dettaglio”.

Chi sono i tuoi supereroi? “Protagonista principale è Nicola Furio Mavrelli alias “Mavrell”, ambulanziere di giorno e direttore dei laboratori SCI.L.D. (SCIentifici, Lisergici e Deprecabili) di notte. La storia racconta di come, vagando per i reparti dell’ospedale di Dimonio di Sotto, egli riesca ad assoldare dei poveri babbei trasformandoli con dei piccoli accorgimenti in improbabili pseudo-eroi: la sua attuale élite d’attacco è la triade composta da AIRonMEN (raccattato in urologia), Thordo (psichiatria) e Locchiodifalco (oftamologia). Di più recente assunzione, ma comunque meritevoli di menzione, sono Spaiderminio (un ragno divenuto chiacchierone dopo aver morso un uomo radioattivo) e il quintetto formato da Giangiorgio Stallord, Broot, Brax, Brocket e Gamorra, noto ai più come “i Guardoni della Via Galassia”. E intanto all’orizzonte si profila la minaccia di Gaethanos…”

Caspita, ho i brividi! Nelle tue strips ci sono i filoni narrativi e la continuity come nei “veri” fumetti USA?  “Certo, soprattutto perché come detto è la grande “M” ad aver attinto alle mie intuizioni. Il progetto Mavrell è strutturato come una lunga storia suddivisa in tavole autoconclusive: sta al lettore scegliere se centellinarle o goderle tutte d’un fiato”.

Dove si possono leggere codeste delizie?  “Attualmente i canali distributivi sono due e totalmente gratuiti: si può scegliere la pagina Facebook dedicata (www.facebook.com/NicolaFurioMavrelli) o il mio personale profilo Instagram (enrico3ntin), dove le tavole sono appositamente rimontate per quel tipo di applicazione. E se digitando “Mavrell” Google – come fa sempre – dovesse chiedervi “Forse cercavi Marvel?” ricordatevi di mandarlo affancuore da parte mia (si può dire “affancuore”, vero?)”.

Eccome! Della carta, lo sappiamo, si fanno vari usi. Ma riguardo a Mavrell quando si avrà una pubblicazione cartacea?
“Non appena un editore coraggioso deciderà di rivelare al mondo che i VERI supereroi con superproblemi (tanti superproblemi, in verità) sono quelli della scuderia Mavrell. E allora, in barba a Disney e compagnia bella, non ce ne sarà più per nessuno!”.

 

 

Biografia

Enrico ET Trentin – Fumettista, inizia a collaborare con gli Elio e le Storie Tese nel 2002 realizzando una corposa Rassegna Stampa in pdf distribuita a tutti gli iscritti al Fave Club. Successivamente cura la newsletter ufficiale della band (“FaveLetter”, 2003), realizza alcune interviste e file d’archivio per il sito www.elioelestorietese.it (2004-05), seleziona i filmati per due puntate monografiche di “Blob” su Rai Tre (“Elio Terapia”, 2008) e dopo un lustro di lavoro e ricerche pubblica con Shockdom i primi due tomi della loro biografia: “Storie Tese Illustrate 1979-1996” (2013) e “Storie Tese Illustrate 1996-2003” (2014). Fa parte dello storico gruppo BreganzeComics e dello staff del mensile “Prezzemolo”, per il quale realizza soggetti, sceneggiature e disegni di numerose storie. Tra gli altri lavori (editi da Agora’ Factory): “Gli Erculoidi – Storia e Gloria di un Manipolo di Stanchi Eroi”, ma soprattutto i due volumi “NestoRe” e “Chi ha Ucciso NestoRe?” dedicati al suo alter-ego a fumetti NestoRe, con il quale ha battibeccato fino alla strip numero 1000, disegnata dagli Elio e le Storie Tese al completo.

(Dal sito Shockdom)

Luca Pozza

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close