Libri e Fumetti

Il West di Simioni e Gigitex

Nato nel 1971 e pubblicato con grande successo di pubblico in Italia e all’estero fino al 1990, anno della prematura scomparsa del suo autore, Gigitex è un fumetto umoristico che trae ispirazione dai spaghetti western e probabilmente dal Jacovittiano Cocco Bill. Grazie alla perseveranza di Franco Carrara (“è un progetto che inseguivo da 16 anni”) e alla lungimiranza dell’editore Marco Mari di Festina Lente, alcune avventure del simpatico cowboy sono state raccolte in un volume (ma gia si parla di un secondo).

Come puntualizza Giuseppe Pollicelli nella sua postfazione, “le storie di Gigitex ospitate in questo volume, originariamente uscite sul “Piccolo Missionario” tra il 1982 e il 1988, appartengono a quello che, nell’ambito di una parabola esistenziale durata troppo poco, va considerato il periodo di maturità artistica di Alberto Simioni”.

Come spiega Franca Carrara, l’unico racconto ad uscire da questo arco temporale è “l’ultimissima storia disegnata, Il ritorno di Zorro, pubblicata a puntate tra l’ottobre 1988 e il gennaio 1990 sulla testata mensile dei Missionari Comboniani di Verona, raccolta poi dagli stessi in un brossurato uscito nel corso del 1990 a pochi mesi dalla scomparsa dell’autore, avvenuta il 21 febbraio”.

Franco Carrara ricorda “Ero studente alle medie quando ho saputo che vicino a casa mia, a Breganze, viveva Alberto, giovane professore d’inglese e fumettista. In quegli anni io e mio fratello gemello Antonio auto producevamo albetti che vendevamo con un porta a porta nel quartiere. Conosciuto Simioni,  diventammo ben presto i coloristi delle storie di Gigitex. Mansione ricoperta, in precedenza, dalla sorella di Alberto, Giustina, e dalla moglie Loreta. La sua scomparsa fu un duro colpo. Per ricordarlo organizzai una mostra esponendo per intero “Il ritorno di Zorro” la sua ultima storia disegnata”.

 

Giuseppe Pollicelli osserva che “nel disegno di Simioni si ravvisa (soprattutto fino alla fine degli anni settanta) l’incondizionata ammirazione per alcuni grandi maestri del fumetto comico italiano: JacovittiBonviRebuffiDel PrincipeSangalli e Clod, sicuramente, ma diversi altri nomi si potrebbero fare. Solo che, a partire dai primi anni Ottanta, Simioni approda a una splendida sintesi che ne rende il tratto al tempo stesso sicuro e originale, fornito di una morbidezza degna di un virtuoso della matita”.

 

Sono queste dunque le coordinate  sulle quali l’autore breganzese sviluppa le avventure di Gigitex, un pistolero dal cuore d’oro e dalla fama spesso sopravvalutata, e del suo abbondante e ingombrante alter-ego onirico Gigifat.

A far da comprimari all’eroe troviamo tutta una serie di personaggi che sono la chiara trasposizione in chiave veneto-western di certe figure tipiche della vita di paese nostrana, così che l’effetto comico è assicurato.

L’edizione realizzata recuperando le tavole originali dell’autore, è curata come detto da Franco Carrara che è anche l’artefice del Parco dedicato ad Alberto Simioni nel paese di Breganze, realizzato nel giugno 2016 con l’installazione di alcune sagome attraverso una campagna di raccolta fondi promossa nel web e durata 12 settimane.

Riguardo al secondo volume di Gigitex, attualmente in preparazione, Carrara spiega “l’editore Marco Mari ed io abbiamo intenzione di continuare con la riproposizione di altro materiale in modo cronologico, anche se stiamo procedendo a ritroso rispetto alla produzione. Probabilmente alla fine i volumi saranno 3 più uno speciale a parte, magari a colori, questo solo per Gigitex e poi un altro con tutto il resto della produzione di Simioni”.

https://www.facebook.com/festinalenteedizioni/videos/t.1663941374/1433500556748444/?type=2&video_source=user_video_tab

“Il west di Gigitex” di Alberto Simioni, Editore: Festina Lente Edizioni, cm 17×24, 248 pagine in b/n

L’autore: Alberto Simioni

La breve carriera artistica di Alberto Simioni, scomparso nel 1990 a soli 38, si è quasi interamente svolta nel contesto dell’editoria cattolica, in particolare sul mensile dei padri comboniani di Verona Il Piccolo Missionario e su Il giornalino.

 

Nonostante la prematura scomparsa, in circa 20 anni di attività, ha realizzato oltre duemila tavole a fumetti, senza contare le centinaia di illustrazioni e disegni, non più rintracciabili, realizzati nelle più svariate occasioni per l’editoria, la pubblicità e l’associazionismo.

https://it.wikipedia.org/wiki/Alberto_Simioni

 

Luca Pozza 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close