Libri e Fumetti

Lucca, tutte le novità bonelliane su Dragonero

Il primo panel di Sergio Bonelli Editore a Lucca Comics & Games 2018 si è aperto in nome del fantasy con Dragonero, introdotto al pubblico della fiera toscana dai suoi creatori Luca Enoch e Stefano Vietti insieme all’editor del personaggio, Luca Barbieri.

Il 2019 sarà un anno di passaggio, disseminato da indizi e sottotrame che prepareranno l’avvento del nuovo sconvolgimento della serie regolare: un vero terremoto della continuity che sarà presentato alla prossima edizione di Lucca Comics.

Ovviamente non si può ancora dire molto al riguardo, a parte che il ribaltone prenderà di mira il protagonista stesso e gli amici di sempre, Gmor e Sera, e sarà legato alla magia divina, per ora assente in Dragonero. Le divinità impersonali finora conosciute, i Kame, sono state un un escamotage dell’Impero di Erondár per controllare religiosamente il popolo, ma con la sua caduta sorgeranno nuovi culti e nuovi dei.

 

 

 

Nel frattempo, la maga Aura entrerà a far parte del cast di comprimari, mentre nel corso dei mesi assisteremo al lento, inesorabile cambiamento di Sera; la piccola elfa, menomata nel fisico e nello spirito, sarà quella che più subirà gli effetti post-bellici della Saga delle Regine Nere, trasformandosi in una feroce guerriera.

Per quanto concerne la cosiddetta “linea young”, la seconda stagione di Dragonero Adventures, che chiude il ciclo del Burattinaio, è in avanzato stato di lavorazione, ma ha subito uno slittamento per far sì che possa uscire all’incirca in contemporanea con l’attesissima trasposizione animata, di cui non abbiamo ancora una data di uscita ma che sta procedendo verso le fasi finali di realizzazione.

Dalla collana per i lettori più giovani a quelli più maturi. Senzanima debutterà in edicola certamente nel 2019, probabilmente in primavera. È stato rivelato che il primo episodio, risalente alla precedente edizione di Lucca Comics, avrà un titolo preciso: Guerra. Anche i successivi saranno caratterizzati da intestazioni con sostantivi brevi e significativi; come Fame, il secondo capitolo in anteprima in questi giorni agli stand Bonelli della fiera, e Buio, il terzo appuntamento, che sarà disegnato da Alfio Buscaglia. In programma, anche una storia sceneggiata da Barbieri e illustrata dal serbo Stevan Subic, visto già all’opera su Adam Wild.

La notizia che ha reso felici tutti i fan in platea riguarda il nuovo spin-off, Le cronache, che porterà alla ribalta personaggi secondari – o momenti inediti – appartenenti al passato del mondo di Dragonero. Il progetto vedrà una serializzazione nel 2020, inizialmente in due albi nello formato Audace di Senzanima (17 x 23 cm, B, 64 pp., col.). Ci sarà spazio per gli esseri mitologici che abitavano l’Erondár prima della venuta degli Elfi, per il monaco errante Borge il Rosso, per una cacciatrice di taglie delle regioni orientali, per la terribile guerra persa dai nani contro l’Impero e per le gesta degli ultimi Varliedarti.

Enoch e Vietti non potevano concludere la loro conferenza con una sorpresa: su richiesta della casa editrice, stanno iniziando a ragionare su di una collana incentrata sulle origini dei comprimari principali, a partire da Gmor, Sera e Alben.

 

G.N.P. 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close