Libri e Fumetti

Nathan Never ne fa 30

Strani sogni tormentano Nathan Never, riportandogli alla mente il ricordo di Vlad Shreck e la sua ricerca della vita eterna, e costringendolo a porsi domande sulla propria esistenza. E quando Nathan incontra un altro se stesso proveniente da una realtà alternativa, gli sarà data una scelta, nascosta tra le pieghe di “infiniti universi”…

I multiuniversi a festeggiare

Uscito nel maggio del 2001, “Infiniti universi” è scritto da Michele Medda e disegnato da Roberto De Angelis, che ne ha realizzato anche la copertina. Copertina che è risultata la più amata dai lettori di questo sito, che hanno votato in gran numero nel sondaggio che ha popolato per mesi le nostre pagine. Il Nathan inginocchiato affranto sotto la pioggia battente ha convinto il 54% dei votanti della finale, facendo prevalere questa malinconica opera di De Angelis su “Il cimitero dei giganti” di Sergio Giardo.

Tornano i tre sardi

Quale che sia stato il risultato, però, sapete bene che i tre disegnatori che si sono alternati in questi anni nel presentarvi gli albi di Nathan Never – con Claudio Castellini a precedere temporalmente i due finalisti – sono tutti di altissimo livello. Per questo non finiremo mai di ripetervelo: il sondaggio è stato solo un gioco. Un gioco, però, che è servito per cominciare a movimentare la festa per i trent’anni di vita editoriale del personaggio di Medda, Serra & Vigna.

A giugno

In omaggio con il numero 361 di “Nathan Never”, in edicola dal 17 giugno, trovate infatti un albo che raccoglie le ottanta copertine più votate del nostro sondaggio, oltre ad alcune copertine fuori serie scelte dalla redazione. Un modo per ringraziare i tanti lettori che, settimana dopo settimana, hanno coscienziosamente votato le loro preferite, tifando, esultando e magari imprecando contro i risultati cinici e bari.

Luglio nel segno del clima

Dal 6 luglio trovate in edicola anche un numero “361 bis” ancora più corposo dei numeri “normali”. Si tratta infatti di un “flip-book”: in un verso potrete leggere un lungo episodio inedito, nell’altro la storia realizzata in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Quest’ultima, intitolata “Per un futuro migliore” è un racconto pensato per sensibilizzare sul fenomeno del “climate change” e realizzato da Bepi Vigna e Ivan Fiorelli.

Viva Bonelli

Ma le celebrazioni vere partono già a fine maggio, con l’uscita del primo numero della miniserie di quattro numeri Nathan Never Missione Giove, scritta da Bepi Vigna e disegnata da Germano Bonazzi e Max Bertolini. In testa alla copertina di Ivan Zoni, infatti, comparirà per la prima volta il logo celebrativo pensato per sottolineare i trent’anni di onorata carriera dell’Agente speciale Alfa, che a partire proprio da giugno troveremo anche sulla serie regolare.

Insomma, viva “Infiniti universi”, viva Nathan Never e viva la Sergio Bonelli Editore. Buoni festeggiamenti, e buona lettura!

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close