Libri e Fumetti

Ranma 1/2! Buon 30° compleanno

Immaginate di sentire un “Gong!” risuonare nell’aria, magari seguito dal familiare motivetto “Yappappa yappappa ishanten”, perché il momento è giunto: è tempo di celebrare anche i 30 anni della serie animata di Ranma 1/2! di Rumiko Takahashi.

Da quel giorno iniziò per noi una vita di avventure…”

Era il 15 aprile 1989 e sulla rete Fuji TV debuttava il primo episodio della prima stagione dell’anime, denominata Ranma Nibunnoichi (“Ranma mezzo”) e originariamente composta da 21 episodi.Lo staff di questa prima stagione è arricchito da personalità che hanno lavorato a diversi adattamenti animati delle opere della Takahashi. Il character design, spesso erroneamente attribuito a Akemi Takada (character designer di Lamù), è invece di Atsuko Nakajima, la quale ha lavorato a Maison Ikkoku e allo stesso Lamù (dalla serie ai film).

La qualità

In generale, la qualità di questa prima stagione di Ranma 1/2 appare ineccepibile, superiore alla maggior parte delle produzioni dei primi anni ’90. La fluidità dell’animazione e la brillantezza dei colori rendono difficile credere che si tratti di un anime prodotto trent’anni fa. Oltre a questo, la fedeltà alla storia narrata nei primi quattro volumi del manga, è un altro punto a suo favore.

Le speranze

A determinare la qualità di questa prima stagione ci ha pensato il generoso budget a disposizione dei produttori. Un investimento che, secondo alcuni, non sarebbe stato premiato dagli ascolti. Altre voci, supportate dal fansite italiano Kuno’s Mansion, ritengono invece che gli ascolti non fossero così disastrosi e che l’intenzione fosse quella di produrre una “stagione pilota” ad alto budget, con lo scopo di lanciare l’anime.

Sembra una storia stramba, eppure questo è Ranma!”

Ranma 1/2 arriva in Italia nel 1995 e può vantare una storia abbastanza rocambolesca.Di certo una sua particolarità è quella di aver debuttato su reti locali, il che lo distingue già in partenza dagli anime trasmessi su Mediaset o sulla Rai, sia per una questione di pubblico raggiunto che di “cattiva fama”.

Un po’ di storia

Nei decenni precedenti, infatti, per scarsità di mezzi, fondi e di interesse, le reti locali spesso non si erano fatte il problema di censurare gli anime, riproponendo anche nomi e sigle originali.
I cartoni giapponesi trasmessi sulle reti locali venivano quindi considerati “ancora più violenti” e “ancora più espliciti”. Veri e propri “cartoni proibiti”. Molti trasmessi negli anni da TMC.

La televisione

Negli anni ’90, tuttavia, forse anche a causa dell’influenza di Mediaset, le censure colpirono anche Ranma, in particolare nella versione andata in onda su TMC. Inconcepibile la presenza di seni nudi con capezzoli bene in vista, ma liberarsene era semplice: bastava tagliare le scene incriminate. Più complicata la faccenda del cambio di sesso, parte integrante della trama e sempre trattata con leggerezza e ironia, ma anche per questo particolarmente insidiosa per alcuni.

Le critiche

Qualche anno più tardi, il cambio di sesso delle Sailor Starlight in onda su Rete4, avrebbe costituito un caso nazionale (loro si trasformavano per combattere, non per divertimento!), culminato in un tripudio di sedicenti psicologhe e genitori in rivolta. Inutile dire che, in questo clima, già il fatto di mandare in onda Ranma, per quanto censurato, poteva essere considerata una scelta audace e la serie conservò quindi almeno in parte il fascino del cartone “proibito”.

I migliori scontri di Ranma 1/2

Uno degli aspetti che ha da sempre più colpito gli spettatori sono i vari scontri al limite del demenziale, tra arti marziali, cerimonie del the, discipline sportive. Approfittiamo dell’occasione dell’anniversario per un divertente sondaggio in cui decretare il vostro scontro preferito.

Ranma vs Ryoga

La prima apparizione di Ryoga, in cui veniamo a conoscenza di alcuni dei suoi trascorsi con Ranma e iniziamo a conoscere uno dei personaggi più importanti dell’anime. Scontro abbastanza normale, in cui viene posta particolare enfasi sulla forza fisica di Ryoga, in grado di sollevare oggetti pesantissimi con Ranma che tuttavia si mantiene costantemente in vantaggio rispetto all’avversario.

Ranma vs Kodachi 

Uno scontro decisamente particolare, in cui le arti marziali si mischiano alla ginnastica ritmica, in cui Akane prima e Ranma (ragazza) poi sfidano l’infida e imbrogliona regina della ginnastica.

Ranma e Akane vs Mikado Sanzenin e Azusa Shiratori

Questa volta è la volta del pattinaggio su ghiaccio di venire unito alle arti marziali, per uno scontro di coppia con una grande posta in palio. Akane e Azusa si sfidano per il possesso di P-chan, mentre Ranma deve vendicare la sua innocenza violata da Mikado, che l’ha baciato mentre era ragazza.

Ranma vs Obaba

La nonna di Shampoo decide di intervenire per spingere Ranma ad accettare Shampoo come moglie. Dopo aver testato le abilità in combattimento lo ricatta, colpendolo in un punto segreto che gli impedisce anche solo di toccare l’acqua calda, e quindi di ritrasformarsi in maschio. Ranma non molla e imparare la leggendaria tecnica delle castagne, con cui sottrae l’antidoto alla vecchia.

Ranma vs Ryoga II

Ryoga e la nonna di Shampoo uniscono le forze per sconfiggere Ranma e rompere il suo legame con Akane. Dopo un terribile allenamento per imparare una tecnica segreta in grado di far esplodere in mille pezzi un oggetto con un solo dito, Ryoga è ora in grado di mettere in difficoltà Ranma.

G.N.P.


Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close