Libri e Fumetti

Recchioni e la nuova collana di graphic novel

Qualche giorno fa, sul gruppo Facebook Horror PostRoberto Recchioni ha dedicato un’ora ai fan di Dylan Dog, rispondendo alle loro domande. Recchioni ha dichiarato che questa iniziativa potrebbe diventare un appuntamento mensile. Durante questo primo incontro virtuale sono state rivelate alcune informazioni sul futuro dell’Indagatore dell’Incubo, nelle sue diverse incarnazioni editoriali.

È in programma una nuova collana di graphic novel, con storie realizzate da sceneggiatori e disegnatori che solitamente non lavorano su Dylan Dog (anche stranieri). Questi episodi speciali usciranno prima in volumi da libreria per essere poi riproposti sulla testata Dylan Dog Color.

Recchioni e la Bonelli Editori

Sergio Bonelli Editore sta pensando seriamente a raccogliere in volume l’arco narrativo 666, ovvero le storie pubblicate dal numero 401 al 406. È stato confermato che il nuovo ciclo di Dylan sarà strutturato ad archi narrativi, inframezzati da storie autoconclusive; dopo il termine del ciclo 666 ci saranno due episodi singoli, per poi passare a una nuova storia in più parti scritta da Claudio Chiaverotti, nella quale tornerà Mana Cerace. Gli sceneggiatori dei successivi archi narrativi saranno Paola BarbatoBruno Enna e Gigi Simeoni.

La serie regolare

Nella serie regolare ci saranno altre rivisitazioni di storie classiche e saranno inseriti nuovi personaggi; nel cast arriverà un nuovo potente avversario ricorrente, ma tornerà anche John Ghost. Gli episodi de Il pianeta dei morti ristampati in una collana apposita, mentre non sono previsti altri cartonati da libreria con le storie di Tiziano SclaviI racconti di domani invece saranno riproposti in edicola, ma non nel breve periodo.

Le new entry per Recchioni

Lorenzo Palloni farà il suo esordio sull’Indagatore dell’incubo con un Dylan Dog Color interamente concepito da lui. Tra gli altri autori che si rivedranno nei prossimi mesi anticipati Fabio CeloniAngelo StanoGiampiero CasertanoCarlo AmbrosiniFabrizio De Tommaso e i Paguri. Per ora non è previsto un ritorno di Sclavi sulla testata principale; lo stesso vale per Giuseppe Montanari ed Ernesto Grassani (entrambi ormai diventati il volto dell’OldBoy), e Giovanni Freghieri. Recchioni invece tornerà a scrivere sulla testata regolare tra un anno, un anno e mezzo.

Le novità

Tra i retroscena rivelati, ci sono state alcune indicazioni date agli autori. L’obiettivo è spingere verso una narrazione dinamica e sintetica, con dialoghi più cinematografici e meno didascalici. Anche se quanto e come questa direttiva venga applicata dipende dai singoli autori. Dopo la scoperta in Storia di Nessuno dell’esistenza di infiniti Dylan Dog, si conferma che è il lettore a decidere se sta seguendo la storia di un solo personaggio o se di volta in volta è uno diverso.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close