Libri e Fumetti

Scotolati presenta “Ezzelino nella grafica”!

L’artista e storico del fumetto Gabriele Scotolati, vulcanico organizzatore vicentino di mostre fumettistiche, ha deciso di dedicare alla figura di Ezzelino da Romano una mostra che ne ripercorre le varie interpretazioni grafiche ad opera di vari artisti. La mostra dal titolo “Ezzelino nella Grafica” (storie figurate di artisti italiani dagli anni ’50 ad oggi) viene inaugurata venerdì 9 novembre alle ore 19 presso la chiesetta Torre di San Giacomo di Romano d’Ezzelino.

Come è strutturata l’esposizione? Lo chiedo a Scotolati. “Saranno questi signori fumettisti e illustratori, in parte viventi e in parte semiviventi, ad accompagnare i visitatori nei vari gironi infernali in cui si svolge l’esposizione. Essi furono, ma essi sono gli audaci: Dino Battaglia, Aldo Capitanio, Mario Ferracina, Nino e Silvio Gregori, Francesco Lucianetti, Piero Mancini, Nicola Pertile, Guido Petrin, Francesco Rizzato, Alberto Tosi e Giorgio Trevisan. Ovvero, come loro hanno interpretato la figura del tiranno o stratega o eroe, secondo le diverse analisi storiche. Tutto ciò proviene da manipolazioni ingrandite tratte dalla pubblicazione “Ezzelino da Romano” (Edizioni Nerocromo 2017). I disegni di Nicola Pertile, invece, con tema “27 settembre 1259”, sono un’anteprima del prossimo libro illustrato su Ezzelino, su testo di Roberto Frison. Le letture di Arbena Clara Bonin (riguardanti episodi ezzeliniani illustrati accaduti a Romano), completeranno l’inaugurazione, mentre la mostra proseguirà da sola nei giorni 10-11 e 17-18 novembre alle ore 10-12 e 15-19 con ingresso libero obbligatorio… oltre la soglia, naturalmente”.

Qual è il ritratto che ricaviamo del personaggio storico? “La mostra drammatizza e recupera, svela il personaggio storico, rivela l’ artista antiretorico. Perchè oltre Ezzelino, soggetto dell’esposizione nelle varie interpretazioni fumettistiche e illustrative affidate a 12 valenti operatori della carta disegnata, ricorda (nel 40simo della scomparsa) il padovano Piero Mancini (1927-1979), avanguardista del fumetto oltre ogni limite, esponente personalissimo della ricerca grafica pur inserita in ambito editoriale, nel campo cioè delle pubblicazioni per ragazzi. Piero Mancini fu incisore e insegnante di figura disegnata al liceo artistico di Padova, ma fu soprattutto il padre (riconosciuto) del cosiddetto  “fumetto d’autore”. Al suo “Ezzelino” disegnato dal 1951 al 1953 per il giornalino “S.Antonio e i Fanciulli” (oggi “Messaggero dei Ragazzi”) è dedicata la mostra, nonché il libro che ne raccoglie la storia”.

 

Luca Pozza 

 

 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close