Libri e Fumetti

Superauto Mach 5

Superauto Mach 5 è un anime prodotto dallo studio Tatsunoko Productions, basato su un manga di Tatsuo Yoshida. È stato uno dei primissimi anime ad avere successo anche all’estero, assieme ad Astro Boy. La sigla italiana è incisa dal gruppo I Cavalieri del Re sul singolo Superauto mach 5 go! go! go!/Calendar Men.Nel 1997 Hiroshi Sasagawa ne fece un remake il cui titolo originale in Giappone era il medesimo di quello della serie originale, mentre il titolo per il mercato anglofono è Speed Racer X.

Il film di Superauto mach 5

Nel 2008 è stato realizzato il film dal vivo Speed Racer, diretto dai fratelli Wachowski e interpretato tra gli altri da Emile Hirsch e Christina Ricci, basato sulla versione americana dell’anime originale. Speed Racer è infatti il titolo che fu dato all’anime sul mercato statunitense. Cambiamenti minori si verificano tra il manga e la serie animata, con differenze e modifiche in alcune delle storie narrate e con alcuni racconti posteriori aggiunti riguardanti certi personaggi e luoghi. La storia è incentrata sulle corse automobilistiche e segue le avventure di un giovane ambizioso che aspira a diventare campione del mondo di F1. Il personaggio principale è difatti questo ragazzo pilota chiamato Go Mifune.

L’inizio

Go, con l’aiuto del suo fidato amico meccanico Kei, s’appresta a migliorare la sua auto da corsa in preparazione per la gara, aggiungendo un nuovo parabrezza. Scopre però ben presto che il mondo delle corse è stato inquinato dalla corruzione. E sta per cadere sotto il controllo di un uomo d’affari megalomane. Gli viene difatti chiesto, in cambio d’una cospicua somma di denaro, di perdere la prossima gara di proposito. Se non lo fa, sarà peggio per lui.

Il coraggio del pilota

Ma il nostro eroe non si piegherà, perché Go è disposto a lottare per la giustizia a fianco dei suoi amici; userà la macchina sportiva per combattere la concorrenza sleale e i criminali. Quest’organizzazione terroristica tenterà allora di ucciderli con ogni mezzo a loro disposizione. Si troveranno così coinvolti nelle trame nascoste di un gruppo aziendale di successo, tra progetti di nuovi motori e gare sabotate, a volte mettendo a rischio la stessa vita di Go.

Go Mifune e Superauto mach 5

Il nome gli è dato in omaggio all’allora popolare star del cinema giapponese Toshirō Mifune. Noto per il suo amore appassionato per le corse, guida da pilota provetto la Mach5, riuscendo però sempre a finire nei guai in compagnia del fratellino e della fidanzata Michi. Sempre pronto a prender parte alle gare più insidiose e stabilire nuovi record mondiali di velocità. Ha anche un fratello maggiore di nome Ken’ichi. Indossa una camicia blu con un colletto bianco ed una grande G gialla disegnata sopra. Ha un fazzoletto rosso attorno al collo, pantaloni bianchi, calzini rossi, mocassini marroni e guanti gialli. Porta un taglio di capelli alla Elvis Presley e i suoi occhi sono azzurri. Durante le gare indossa un casco integrale con una M stampata. In certe occasioni indossa anche una giacca rossa.

Racer X (il corridore mascherato)

Misterioso, esuberante, altruista e simpatico concorrente che gareggia con Go. Sotto l’identità segreta si nasconde in realtà il fratello maggiore Ken’ichi. A suo tempo, a causa di disaccordi col padre, aveva lasciato la famiglia ed era scomparso. Non prima d’aver promesso al padre che sarebbe diventato il più grande pilota di auto da corsa esistente. Con l’identità di Racer X prosegue la sua carriera agonistica.

La vera natura di Racer X

Si scoprirà verso la fine che in realtà è un agente segreto dell’interpol. La competizione tra i due fratelli via via che passa il tempo si fa sempre più agguerrita. Anche se un po’ alla volta Go inizia a sospettare qualcosa. Soprattutto dopo che Racer X dimostra d’aiutarlo e salvarlo dai pericoli, anche a costo di dover rinunciare alla vittoria. Sacrifica in tal modo gare già vinte per proteggerlo da altri piloti malintenzionati. La sua assistenza permette spesso a Go di vincere le gare di velocità, dopo di che lascia la scena inosservato e scompare. Nessuno ha mai veduto il suo vero volto in quanto indossa sempre una maschera.

Caratteristiche di Superauto mach 5

La Mach 5 è un’auto dotata di un’enorme potenza e gadget tecnologici che la rendono superiore alle altre auto. Questi gadget sono attivabili tramite dei tasti situati sul volante. I tasti che il pilota ha a disposizione sul volante sono sette, contrassegnati dalle lettere dalla “A” alla “G” e sono disposti circolarmente tranne il tasto “G”, che è l’unico posto al centro del volante. La descrizione di questi tasti è data nell’episodio due della serie animata.

  • tasto A: aziona dei potenti crick, ai 4 angoli della vettura, in grado di farla saltare per brevi distanze. Questi crick sono anche utili per sollevare l’auto e permettere delle rapide riparazioni o modifiche sulla vettura.
  • tasto B: attiva una particolare chiodatura sugli pneumatici che ne aumentano considerevolmente l’aderenza e permettono all’auto di affrontare qualsiasi terreno e pendenza, altrimenti impossibile. Inoltre, contemporaneamente, viene attivato un motore supplementare che scarica equamente, su ogni ruota, 5000hp.
  • tasto C: attiva una coppia di lame circolari che escono dalla parte anteriore della vettura e tagliano gli ostacoli; particolarmente utili in zone di fitta vegetazione.
  • tasto D: chiude l’abitacolo con un tettuccio antiproiettile in grado di proteggere il pilota ed il passeggero anche in caso di incidente.
  • tasto E: attiva una coppia di fari anteriori che permettono una visuale di gran lunga maggiore. Inoltre, sul visore del casco del pilota, è attivata una modalità di visione a raggi infrarossi.
  • tasto F: trasforma la Mach 5 in un sottomarino. L’abitacolo viene chiuso e riempito di ossigeno. Un periscopio, collegato con un monitor all’interno, viene attivato. L’autonomia di aria/ossigeno è sufficiente per circa 30 minuti.
  • tasto G: attiva un robot/drone, simile ad un uccello, in grado di volare, scattare foto o effettuare riprese video. È stato usato anche per trasportare piccoli oggetti o manoscritti. È in grado di ritornare nell’auto automaticamente.
Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close