Libri e Fumetti

Tex, l’eroe del fumetto italiano torna protagonista: il progetto del parco a tema western

Nel nome del padre (Gian Luigi, creatore del famoso Ranger) e di suo fratello (Sergio, alias Guido Nolitta, ideatore di Zagor). Il mondo di Tex: dai fumetti alla realtà, questa è l’idea meravigliosa che si è messo in testa Giorgio Bonelli. Tutto questo alla Cava Bonetti, più di 20 ettari dove far sorgere l’antico West nel cuore del Parco Colli Euganei, 10 chilometri da Padova, a Montegrotto, ovvero il bacino Termale più grande d’Europa.
Lo stesso Bonelli spiega: «Entro Natale avremo le idee chiare per mettere a punto gli ultimi dettagli e avere gli incartamenti necessari e dare così il via all’iter burocratico. Con i lavori che dovrebbero iniziare l’anno prossimo».

Un Parco a tema Western

Ambientazione fedele nei minimi dettagli, come spiega lo stesso Bonelli: «Verrà allestito un autentico villaggio con saloon, banca e abitazioni tipche degli Stati del New Mexico e Arizona, dove, appunto, vengon sviluppate molte avventure di Tex Willer e dei suoi fedeli pards, ovvero suo figlio Kit, il vecchio Cammello Carson e il fedele Tiger Jack. «Ma ci saranno pure 2-3 villaggi indiani, tipici dei Navajo, con tanto di Hogan, ovvero i tapee indiani, le tipiche tende.

Bonelli precisa

«Il progetto prevede anche la presenza di un insediamenro militare. pensavo a una sorta di Forte Alamo. Ma non solo. Ci saranno delle vero e proprie attività ludiche per spiegare com’era realmente la vita nel famoso Far West. Con tanto di itinerari guidati, per conoscere da vicino l’epopea che ha generato un interesse clamoroso nello scorso secolo, con centinaio di film e una miriade di fumetti a tema. Come quello di tex, che qust’anno compie, tra l’altro, 73 anni.

Giacche blu e cow boy

E non solo bistecche altre tre dita, patatine fritti e birra (per dirla alla Kit Carson). Con le strutture aperte 24 ore su 24 per far vivere l’epopea della Frontiera americana. Ma con un preciso obiettivo: mantenere la natura più intatta possibile. Un investimento che il sindaco di Montegrotto, Riccardo Mortandello, numeri auspica in 200-400 mila presenze annue. Roba importante, insomma.

Che direbbe Tex

Con l’hotel Commodore a fare da base e museo del fumetto di Tex. Peste… per dirla come il famoso Ranger, nonché capo Navajo Aquila della Notte. Augh.

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close