"Il legale" risponde

La legittimazione elettorale non basta per avere ragione

Se la legittimazione elettorale non basta per avere ragione

Rubrica a cura dell’Avv. Stefano Artuso

L’inizio di legislatura ci ha riservato momenti di acuta conflittualità, che hanno coinvolto i principali poteri dello Stato (si pensi all’avviso di garanzia per i fatti della nave Diciotti), sino ad interessare i rapporti con l’Unione Europea e le Nazioni Unite.

Al di là delle motivazioni che hanno portato a tali dispute, gli esponenti del Governo – ed il Ministro dell’Interno, in particolare – hanno sostenuto la bontà delle proprie tesi sulla base della legittimazione elettorale.

“Il popolo mi ha votato, quindi ho ragione”, è stato il leit motiv utilizzato dai governanti, evidentemente sforniti di ragioni di maggior pregio.

Eppure c’è, in tale affermazione, una forzatura inaudita ai principi che reggono il nostro ordinamento.

La legittimazione elettorale – che, si noti, è altra cosa rispetto alla legittimazione popolare – consente ad una maggioranza di governare, non già di disporre del proprio potere per violare le regole del gioco.

In uno stato di diritto – che è fondato sul principio di legalità, a sua volta base della suddivisione dei poteri – chi detiene la maggioranza dei consensi è tenuto a dialogare con chi dissente, a creare ponti e non muri; e mai può servirsi dei voti ricevuti per giustificare il proprio operato.

Né la legittimazione delle urne può opporsi ad altri poteri che, come il giudiziario, è soggetto soltanto alla legge e non anche agli elettori: si confronterebbero parametri distonici, col sicuro rischio di ottenere esiti insignificanti.

È auspicio di chi scrive che tali dispute restino confinate a beghe di inizio mandato, a scosse telluriche d’assestamento. Se così non fosse, in gioco vi sarebbero i pilastri giuridici ed istituzionali del nostro ordinamento e tutto finirebbe per essere consentito e lecito, se voluto da chi ritiene d’avere i voti. Secondo uno strano concetto di democrazia.

Per chi volesse rivolgere domande all’Avvocato può scrivere a direttore@ilsestantenews.it

Avv. Stefano Artuso

 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close