"Il veterinario" risponde

Come scegliere un cane

Rubrica a cura della dott.ssa Nicoletta Mason

Prima di acquistare o adottare un cane dobbiamo avere bene in mente cosa stiamo facendo e cosa questo significherà, sia per noi che per lui.

Non è un giocattolo, che una volta passato di moda, possiamo relegare in un angolo, perchè non è più “il cucciolotto tenerone tanto carino”, è un essere vivente e come tale , caratterizzato da esigenze e bisogni, in grado di costituire dei legami affettivi e affiliativi che dureranno per tutta la sua vita, quindi dobbiamo sapere innanzi tutto che è un impegno, un impegno che prendiamo con noi stessi, ma soprattutto, con  il cane.

Si deve quindi scegliere il cane  tenendo in considerazione le nostre esigenze ed abitudini quotidiane, in modo che l’inserimento del cane non le sconvolga troppo, ma in modo da avere del tempo da dedicargli. Infatti le esigenze di una famiglia composta da genitori con figli piccoli in età scolare, sono indubbiamente diverse da quelle di un single che magari ha un lavoro da turnista, ecco quindi che la quantità di tempo che la prima può dedicare al cane, sarà sicuramente ridotta rispetto al secondo.

Ma non solo, non è la sola quantità a far si che la relazione con il nostro amico a quattro zampe, sia piacevole ed appagante, è importante anche la qualità del tempo che trascorriamo con lui. Spesso vedo persone che in area cani, trascorrono tutto il tempo guardando il cellulare, mentre il loro cane gira da solo  per l’area o, a volte, (per quelle razze non troppo perlustrative od esplorative oppure alcuni cani anziani) addirittura fermo in attesa di uscire. Dal punto di vista del proprietario, il cane è uscito, ha fatto il suo giretto, ma siamo sicuri che al nostro amico a quattro zampe, sia piaciuto? Siamo sicuri che era quello che il cane desiderava?

Fondamentale quindi, è scegliere il cane le cui motivazioni di razza, cioè quelle motivazioni per cui il cane è stato selezionato e che sono la spinta che lo porta ad agire nel mondo, siano il più possibile compatibili con il nostro stile di vita.

Consiglio quindi, prima di un acquisto, di informarsi il più possibile parlando con il veterinario comportamentalista, per capire se il cane che ci piace è anche quello più adatto a noi, perchè una volta che lo portiamo a casa, non possiamo rischiare di doverlo riportare all’allevamento o al canile: Siamo stati noi a sceglierlo, siamo stati noi ad andare a prenderlo, quindi dobbiamo essere consapevoli che da quel momento lui dipenderà da noi.

La stessa cosa vale per i cani presenti in canile. E’ fondamentale parlare con gli operatori che li hanno seguiti durante la permanenza in canile, per comprenderne le attitudini e il carattere e se il canile è gestito correttamente, sapranno consigliarvi l’animale giusto per voi, che non necessariamente è quello più bello.

Più difficile è la scelta di un meticcio, che come da nome, essendo un misto di tante razze, non sappiamo quali caratteristiche prevarranno, si può intuire dall’aspetto  se c’è la prevalenza di una razza piuttosto di un’altra, o se conosciamo i genitori, ma è sicuramente più rischioso. Generalmente questi vengono scelti in base alla taglia, ma questo parametro non garantisce poi un determinato carattere, spesso dentro ad un botolino tanto carino, si nasconde una tigre!!

Ma infinitamente bello e irrinunciabile,  è il legame che si può creare con l’amico più fedele che l’uomo abbia mai avuto, l’intesa di uno sguardo, la condivisione di momenti indimenticabili, l’affetto e l’amore, ma perchè sia tale c’è bisogno soprattutto del nostro impegno!!!

Dott.ssa Mason Nicoletta

Medico Veterinario Esperto in Comportamento

tel 0415952256/3384790223

email  nicoletta.masonvirgilio.it

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close