Vincenzo Lovino risponde

Vincenzo Lovino intervista il consulente del risparmio

1) in questo periodo si è parlato di tasse da applicare sui risparmi prelevati con il bancomat . Come ha reagito il risparmiatore? “Il nuovo governo sulla scorta della manovra finanziaria, ha varato una vera e propria crociata contro l’evasione fiscale, cercando di porre una vera e propria “Linea Maginot” sull’uso del denaro contante. Tra le varie proposte, si è parlato di un possibile imposta del 2% sui prelievi di contante dallo sportello bancomat, a cui i risparmiatori, intervistati da più parti hanno risposto in maniera seccamente negativa”.

La crisi

2) c’è crisi dei consumi  a livello mondiale , ciò vuol dire che la gente pensa a mettere da parte? “Direi di si, nel senso che in presenza di una recessione o di un rallentamento dell’economia, le famiglie in previsione di possibili imprevisti, tendono a risparmiare e a spendere meno per affrontare al meglio le difficoltà economiche che si presentassero”.

Strategie

3) quali sono al momento le strategie delle società di trading e di gestione fondi ? Più attendiste o più spinte?“Va fatta una distinzione tra chi investe il proprio denaro in un’ottica di breve termine e fa del trading e chi impiega il proprio risparmio nel medio lungo termine, in base agli obiettivi di vita e ai bisogni della propria famiglia. Se fosse così semplice conseguire risultati economici di rilievo, non saremo certo qui a parlarne. A mio parere, la cosa più opportuna è quella di fare sempre una corretta pianificazione del proprio patrimonio, cercando di imparare il comportamento corretto da tenere nei momenti di stress di mercato, perchè questo aspetto così poco curato, fa la vera e propria differenza nel tempo”.

Le richieste

4) cosa le chiedono maggiormente i risparmiatori oggi? “Faccio questa professione da quasi 30 anni e con i miei clienti ho instaurato nel tempo, non solo una relazione professionale, ma soprattutto personale. I clienti che abitualmente incontro, hanno la necessità di trovare un interlocutore di cui potersi fidare, specie dopo gli ultimi scandali che hanno fatto crollare, a ragione, la fiducia nei confronti del sistema bancario. Un professionista oggi deve saper ascoltare bene il cliente e dare una risposta corretta ai suoi bisogni. Non basta consigliare ad investire al meglio il patrimonio, ma va anche insegnato a come tutelarlo correttamente e a preservarlo nella sua trasmissione generazionale. Aspetti che valgono molto, ma molto di più di qualche punto percentuale”.

Tassi e tasse

5) i tassi di interesse dei rendimenti dei titoli più importanti in Europa rimarranno così per quanto tempo? “Oltre il 60% delle obbligazioni nel mondo hanno tassi negativi o prossimi allo zero. Fintanto che non ci sarà una robusta ripresa economica e un’inflazione crescente, i tassi rimarranno a lungo in questa situazione. E’ un momento storico molto complesso per ricavare valore. Se dovessi rispondere a qualcuno che mi chiede cosa sarebbe opportuno fare, prima di effettuare qualunque operazione d’investimento, consiglierei di fissare un corretto orizzonte temporale, approfondire le varie componenti di rischio e fare una buona diversificazione. Mai cercare la scorciatoia dei guadagni facili perchè non esistono e si rischia di creare dei danni di cui ci si potrebbe pentire amaramente”.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close