Salute e Medicina

Abuso sessuale su minori – parte 1

Oggi voglio portare alla vostra attenzione un tema scomodo, osceno. Difficile da trattare non solo per le mille sfumature presenti ma per il carico emotivo che comporta affrontarlo. Non si può fare finta di nulla. Purtroppo l’abuso sessuale sui minori sono una triste realtà che è in espansione ed è presente in tutto il mondo.  In questo articolo cercherò di fare chiarezza su alcuni termini. Per quanto possibile in poche righe, mi focalizzerò sull’abuso sessuale “offline” e non su quello “online” (che richiede altrettanta attenzione). Sintetizzerò i dati raccolti da Telefono Azzurro che, con le sue statistiche, ha fotografato un mostro in crescita.

Che cosa si intende per abuso sessuale su minori?

Con il termine abuso sessuale su minori si indica quel comportamento che coinvolge i bambini non autonomi e non ancora sviluppati o adolescenti, in attività sessuali. Che non comprendono ancora del tutto e per le quali non sono ancora in grado di dare risposte adeguate.  Il Consiglio d’Europa esalta la componente di tragicità e di veridicità dell’abuso sessuale. Lo definisce come quell’insieme di atti e carenze che turbano gravemente il bambino. Attentando non solo alla sua integrità corporea ma anche al suo sviluppo fisico ed intellettivo. Riferendosi a questo termine non si deve commettere l’errore di ritenere illecite solo le circostanze in cui c’è stato un contatto fisico. In quanto, in questo reato, rientrano differenti atti che non prevedono un contatto diretto. Ad esempio l’esibizionismo, l’incoraggiamento o la costrizione di bambini alla vista di atti sessuali. L’abuso sessuale è il “principe dei traumi”, segna tanto la psiche quanto la sensorialità corporea, a volte in maniera definitivamente tragica.

Dati raccapriccianti a livello mondiale

Il Dossier “Abuso sessuale e pedofilia 2019” redatto da Telefono Azzurro porta alla luce i dati emersi negli ultimi anni. Ma purtroppo i numeri citati non rappresentano la vera portata del fenomeno, verosimilmente sottostimato. In quanto molti casi di abuso sessuale su minori non vengono denunciati. Poiché non sempre le vittime di questi reati si confidano per vergogna, imbarazzo e sensi di colpa. In Europa quasi 18 milioni di bambini sono stati vittime di abusi sessuali. Negli USA sono stati oltre 65.000 i fanciulli coinvolti di cui il 27,8% non aveva ancora compiuto 10 anni. I dati ufficiali della Polizia indiana mostrano che in questo stato ogni 15 minuti un bambino viene abusato sessualmente. In Italia, secondo le informazioni più recenti fornite dall’ Istat, ci sono state 1.032 indagini per il reato di atti sessuali con minorenni. Escludendo la pedopornografia che lo scorso anno ha registrato 532 denunce e 43 arresti. Online, ogni 7 minuti una pagina web mostra immagini di bambini abusati sessualmente.

Numeri italiani

Ciò che non dovrebbe accadere, accade sempre di più. In Italia nel 2018, riportando i dati del Centro Nazionale di Ascolto e Consulenza, le vittime di sesso femminile sono state il 66,2%. Quasi la metà avevano meno di 10 anni. I casi in cui il presunto responsabile è un adulto estraneo al bambino sono aumentati al 15,9% contro il 10,5% dell’anno precedente. Mentre gli abusi in cui il presunto responsabile è un genitore salgono dal 34,2% al 40,6% in un anno. Il 94,7% dei casi riguardava bambini e adolescenti di nazionalità italiana. La regione maggiormente coinvolta è stata il Lazio, seguita dalla Lombardia e dalla Campania. Chi compie tali atrocità? Cosa spinge una persona a mettere in atto determinati comportamenti? A queste domande troverete risposta il prossimo venerdì.

Vanessa Zampieri Laureata in psicologia

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close