Salute e Medicina

Farmacista vende senza ricetta

Un mix di birra, vino e decine di pasticche di un potente analgesico a base di ossicodone, un oppioide dagli effetti simili alla morfina. Questa al momento, secondo gli investigatori, la causa più probabile della morte dei due fratelli belgi Dries e Robbe De Ceuster. 27 e 20 anni, trovati morti nel a Firenze in una stanza dell’hotel Minerva. E ora il farmacista è indagato.

La responsabilità del farmacista

Era stato il padre, che dormiva in un’altra stanza con l’attuale compagna, a scoprire i corpi senza vita dei due figli e a dare l’allarme. Un giovane farmacista, sospettato di aver venduto ai fratelli due confezioni del farmaco analgesico. Senza che fosse stata presentata la necessaria prescrizione medica, è stato iscritto nel registro degli indagati per l’ipotesi di reato di omicidio colposo. Dai primi rilievi effettuati dagli investigatori della squadra mobile era emerso che non c’era alcun segno di violenza.

Le indagini sul farmacista

A spingere gli inquirenti sul farmacista, un neolaureato, è stato il rinvenimento nella camera dei due turisti belgi di bottiglie vuote di birra e vino. E di due confezioni, da 28 pasticche ciascuna, dell’analgesico a base di ossicodone: una delle scatole era completamente vuota, mentre dall’altra mancavano 14 pasticche. Tra sabato e domenica i due giovani avrebbero quindi consumato 42 dosi di questo farmaco, oltre ad aver bevuto alcol. Dosi massicce che potrebbero far pensare anche a un suicidio. Resta comunque il fatto che quel farmaco non doveva essere venduto senza ricetta.

La difesa

Secondo quanto emerso, il farmacista lo avrebbe venduto perché uno dei fratelli sosteneva gli servisse per un forte dolore a un braccio operato di recente. Il pm della procura fiorentina Giacomo Pestelli conferirà l’incarico al medico legale. Per eseguire l’autopsia dal cui esito gli inquirenti attendono di saper con esattezza l’ora del decesso. E se è giusta l’ipotesi che a causare la morte dei due sia stato proprio il mix a base di alcol e del farmaco.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close