Sport

A Tokyo 2020 la staffetta 4×100 regala all’Italia un oro da leggenda

Bellissimo e incredibile. Non è un sogno semplicemente perché nemmeno nei sogni gli italiani avrebbero pensato di poter vincere nella stessa edizione delle Olimpiadi i 100 metri e la staffetta 4×100. L’Italia è diventata velocissima, il punto di riferimento nel mondo della velocità. Con 37”50 gli azzurri conquistano l’oro davanti alla Gran Bretagna 37”51, bronzo al Canada 37”70. L’oro olimpico torna così in Europa dopo 17 anni. 

Staffetta 4×100: l’Italia è d’oro

La staffetta 4×100 è diventata d’oro grazie Lorenzo Patta in prima frazione, Marcell Jacobs, il neo campione olimpico dei 100 metri in seconda, Eseosa Desalu in terza e Filippo Tortu in quarta. I nostri, allo stadio di Tokyo, hanno compiuto una vera e propria impresa che resterà negli annali dello sport. Fu la Gran Bretagna, il 28 agosto del 2004, l’ultima europea a vincere grazie al quartetto composto da Jason Gardener, Darren Campbell, Marlon Devonish e Mark Lewis-Francis. I velocisti britannici in quell’occasione riuscirono a battere gli Stati Uniti di Justin Gatlin e Maurice Greene. Bisogna risalire, invece, ai tempi dell’Unione Sovietica di Viktor Bryzhin, Vladimir Krylov, Vladimir Muravyov e Vitaliy Savin, all’Olimpiade di Seul 1988, per trovare un’altra vittoria in questa specialità che è diventata appannaggio degli anglo-caraibici.

Gli eroi

Sugli scudi Filippo Tortu (foto: fermo immagine da video) che nell’ultima frazione ha rimontato il britannico Nethaneel Mitchell-Blake. Soltanto quinta la Giamaica. Questa volta americani e giamaicani, che nelle ultime edizioni avevano sempre dominato, si devono arrendere alla nuova potenza dell’atletica: una grandissima italia. I nostri Giochi Olimpici grazie ai successi ottenuti dall’atletica, nella marcia, nel salto in alto, nella velocità, diventano semplicemente indimenticabili. Per l’Italia quello di oggi è il decimo oro e la 38esima medaglia.

Record

Mai prima d’ora una spedizione azzurra alle Olimpiadi aveva fatto meglio. Con l’oro di Antonella Palmisano nella 20 km di marcia, l’oro di Luigi Busà nel karate e infine l’oro nella staffetta, l’Italia sale a quota 38 medaglie complessive alle Olimpiadi di Tokyo 2020 eguagliando e superando nello stesso giorno il suo record assoluto che era stato raggiunto a Los Angeles 1932 e a Roma 1960. Allora il bottino di medaglie si era fermato a 36 medaglie. L’Italia succede nell’albo d’oro della 4×100 a Trinidad e Tobago (Pechino 2008) e Giamaica (Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016). Gli Usa, oggi fuori dalla finale olimpica, non vincono l’oro a cinque cerchi da ben 21 anni, da Sydney 2000. 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close