Sport

Addio Bisoli, arriva Foscarini

Pierpaolo Bisoli non è più l’allenatore del Padova, al suo posto arriva Claudio Foscarini. La società biancoscudata ha formalizzato l’avvicendamento in panchina, decisione che è stata dettata dai risultati della squadra (quart’ultimo posto in classifica con otto punti) e anche da un rapporto ormai compromesso tra il tecnico di Porretta Terme con una parte dello spogliatoio, tanto che lunedì aveva avuto insieme al suo vice Simone Groppi un diverbio molto acceso con alcuni giocatori poco utilizzati in questa prima parte del campionato. Non il primo episodio, dato che già giovedì scorso si era verificato un altro momento di tensione e nell’occasione l’allenatore aveva chiesto alla società di prendere provvedimenti nei confronti di alcuni giocatori, senza però che la richiesta fosse stata recepita.

Il pareggio di sabato nel derby con il Cittadella sembrava avere puntellato la panchina di Bisoli, ma dopo le ultime ore convulse la rottura è stata immediata. «Sono sempre situazioni non belle da vivere – afferma il presidente Roberto Bonetto – vuol dire che abbiamo fatto qualcosa che non andava bene un po’ tutti insieme. Chiudiamo un libro, vediamo di aprirne un altro senza creare polemiche. Cerchiamo serenità, che è d’obbligo per ottenere risultati. Vogliamo mantenere il Padova in serie B, e faremo di tutto per riuscirci. Non pensavo di potere arrivare all’undicesima giornata e dover prendere questa decisione, è una sconfitta personale e me ne assumo responsabilità».

Subito dopo il pareggio con il Cittadella proprio il patron biancoscudato aveva confermato Bisoli. Cosa è cambiato in pochi giorni? «Abbiamo fatto delle valutazioni che ci hanno portato a prendere questa decisione. Le visioni erano diverse, non si poteva più andare avanti».

Proprio Bonetto e il direttore generale Giorgio Zamuner hanno dato il benvenuto a Foscarini, dal 2005 al 2015 tecnico del Cittadella. «È inaspettato questo momento, perché se cinque-sei anni fa da allenatore del Cittadella mi avessero detto che sarei passato al Padova, non me lo sarei mai immaginato. È una bella sfida. Quando la società mi ha chiamato, ho accettato con grande entusiasmo. Ho visto giocare qualche volta la squadra, sono convinto che possa fare di più. Non è un buon momento sul piano dei risultati, ma a volte bisogna fare scoccare la scintilla giusta per ripartire e sono qui per questo».

Poi aggiunge: «Cercherò di coinvolgere tutti i giocatori, poi dovrò fare delle scelte. Darò i miei dettami che non sono solo tecnici e tattici, ma anche comportamentali. Abbiamo la necessità di fare risultati per tirare fuori il Padova da una posizione di classifica un po’ precaria, abbiamo bisogno di trovare serenità e compattezza. Devo lavorare sulla testa di un gruppo che in questo momento è frastornato». Foscarini debutterà sabato alle 15 nella trasferta con l’Ascoli.

per gentile concessione di TV7

A.C.M.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close