Sport

Finito il clinic con gli Springbooks

È terminato lunedì il Clinic della sudafricana Stellenbosh Academy of sport. Lo Stadio “Maurizio Quaggia” ha ospitato questo evento molto speciale, che è stato ottimamente condotto nel corso della settimana dai quattro tecnici sudafricani giunti a Mogliano. Tra lunedì, martedì, mercoledì e giovedì si sono svolti incontri tecnici aperti a tutti, dalle 18,00 alle 20,30, su temi quali skills specifici come la difesa, l’attacco, il punto di incontro, i lanci di gioco. A fine allenamento, poi, riunioni tecniche riepilogative relative agli argomenti sviluppati in campo. Poi il brindisi finale per i saluti conclusivi al termine della bellissima settimana di attività.

Il parere del direttore tecnico sul clinic

«La settimana con la Sas Academy è stata estremamente interessante – racconta Marco Toppan, Direttore Tecnico U18/U16/U14 e allenatore Under 18 – abbiamo avuto in campo tanti ex. Atleti sudafricani di altissimo livello, che si sono focalizzati sui dettagli dei vari aspetti tecnici toccati. Abbiamo trattato temi come la distribuzione difensiva e offensiva, i punti d’incontro e gli skills. Questi ultimi sono stati momenti tecnici in cui hanno posto maggiore attenzione, dando degli input e dei suggerimenti che, pur potendo apparire semplici, si sono rivelati estremamente efficaci e diventeranno sicuramente utili per il futuro».

Il lavoro fatto al clinic

Durante la settimana molti allenamenti con Under 16, Under 18, Cadetta e Prima Squadra. Mercoledì si è dimostrato uno dei giorni maggiormente importanti per i mediani di mischia, lanciatori e calciatori, perché hanno potuto approfondire la preparazione di altissimo livello che è stata proposta dalla SAS. Giovedì importante per tecnici e giocatori della Prima Squadra, che durante l’allenamento con contatto e mischie, hanno potuto a loro volta usufruire di preziosi suggerimenti. Sabato mattina conclusione delle attività con l’allenamento dell’Under16, per il quale volevo ringraziare il Rugby Feltre che ci ha raggiunto con i propri giocatori per disputarlo insieme.

La soddisfazione

Esperienza assolutamente positiva, quindi, per il confronto con altre persone, altre metodologie e altri livelli di gioco. L’obiettivo di Mogliano è quello di cercare di avere un continuo confronto con il rugby di altre nazioni, per questo motivo durante l’anno sono giù in corso di organizzazione altri incontri con squadre provenienti dall’estero.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close