Sport

In attesa del Treviso

Mentre si aspetta con passione il derby con il Treviso di domenica, il Mestre impartisce calcio contro la Luparense, definita da molti come l’ammazzacampionato. Solo 3 gol subiti dalla squadra di Cunico e gli arancioneri (unici finora) gliene rifilano addirittura due e solo per un pizzico di sfortuna non portano a casa una vittoria che sarebbe stata meritata contro la prima in classifica.

Il sogno della Luparense, quindi, di cogliere la settima vittoria di fila si frantuma contro un Mestre concentrato e nettamente all’altezza dei primi. Partita a tratti dominata dal Mestre che paga il cinismo dei padovani che con 2 tiri realizzano 2 gol.

All’11’ il Mestre sfrutta il contropiede: Corteggiano taglia il campo per Bradaschia che avanza 10 metri con un sinistro sul secondo palo fa passare la palla sotto la pancia di Martorel. I padovani subiscono il colpo e al 18’ una punizione di Dell’Andrea sfiora il palo alla sinistra di Martorel. Fantinato prova a riaprire i giochi al 20’ con un diagonale da destra ma Keber allontana con i pugni.

È il prologo del pareggio. Calcio d’angolo e Gentile prende il tempo a Dell’Andrea partendo da dietro e di testa schiaccia in rete. È il 25’ e la partita è tutta da giocare. Il Mestre controlla le folate della capolista e al 15’ Severgnini costringe il portiere padovano al miracolo. Cresce il nervosismo nella squadra di Cunico che non si fa problemi a ricorrere al gioco duro per fermare i mestrini che reclamano anche un rigore al 16’ per un tocco di mano in area di Maistrello che poteva starci. Passano i minuti e gli arancioneri prendono campo e al 24’ ancora sugli scudi Martorel che in uscita bassa toglie il pallone dai piedi di Bradaschia lanciato a rete. Nel momento migliore del Mestre arriva la doccia fredda. Al 28’ Fantinato sfrutta un cross di Girardi e batte Keber.

Nemmeno il tempo di rimettere la palla a centrocampo che il Mestre arriva al meritato pareggio. Tadeu serve Bradaschia che di prima serve Tonolo che manda la palla sotto l’incrocio a sinistra di Martorel. Al 45’ Chin impegna ancora l’estremo padovano e i 4’ di recupero sembrano spingere ancora di più gli arancioneri a crederci tanto che al 3’ oltre il 45’ Faggin coglie l’esterno della rete. Alla fine alla Luparense è andata pure bene.

Intanto si è aperta la prevendita per il Settore Ospiti (Curva Nord) validi per  assistere al derby tra Treviso e Mestre che si disputerà domenica 28  ottobre con inizio alle ore 14:30 presso lo stadio Omobono tenni di Treviso.

I tagliandi, del costo di 5 euro, si potranno acquistare presso il Bar  al Bagigio, in Riviera XX Settembre n. 35 a Mestre (tel.339 6176755)  fino a sabato 27 ottobre compreso.
Domenica, giorno della partita, la biglietteria del Settore Ospiti  resterà chiusa, quindi non sarà possibile accedere in quel settore senza  il tagliando acquistato in prevendita.
Resterà invece aperta la biglietteria della Tribuna Centrale, per tutti  coloro che volessero assistere alla partita da quel settore. In entrambi i settori i minori di 14 anni potranno usufruire  dell’ingresso gratuito.

I sostenitori arancioneri che volessero raggiungere il Tenni  con la propria vettura, potranno usufruire del parcheggio gratuito  dello stadio o in alternativa dei parcheggi intorno alle mura, adiacenti  all’impianto. Non essendoci  particolari misure di  sicurezza riguardo al parcheggio delle autovetture, ricordiamo che è comunque buona prassi non lasciare esposte sciarpe, bandiere o simboli  all’interno delle stesse.

Highlights gentilmente concessi dalla Luparense Calcio

Foto di Marco De Toni

Gian Nicola Pittalis

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close