Sport

Oggi match decisivo contro Milano

Reyer per riaprire la serie, Olimpia per chiuderla, evitandosi altre fatiche dopo la Final Four di Eurolega a Colonia, che ha visto il quintetto di Messina chiudere al terzo posto (83-73 contro il Cska Mosca), dopo avere sfiorato la finale (82-84 contro il Barcellona).Si riparte sul 2-0 per l’A/X Milano, fotografia di due partite diverse (81-79 gara-1, 99-65 gara-2), ma la Reyer proverà a sfruttare il secondo “back-to-back” dei playoff (in campo oggi ed eventualmente domani) per rimandare verdetto finale e vacanze di una stagione lunghissima, aperta con il raduno il 28 luglio. Reyer con le spalle al muro, una situazione che ha sempre esaltato i “gladiatori” di Walter De Raffaele, Messina dovrà presentare una versione da campionato della sua squadra (10 stranieri utilizzati con Barcellona e Cska) con i rientri di Moraschini, Cinciarini e Biligha, Evans utilizzabile solo in Eurolega ha salutato dopo la finale per il terzo posto.«Noi dovremo disputare una partita di alto livello», ha osservato Walter De Raffaele, «per tutti e 40′ di gioco. Sarà una gara completamente diversa dalla seconda del Forum, cercando di alzare il nostro livello di gioco perché non basta giocare bene 39′. Serve una grande partita di intensità e di concentrazione. Milano è reduce da una grandissima Final Four, chiudendo terza in Europa, riproporrà la stessa energia che aveva prima di volare a Colonia. Arriverà con grande carica e servirà una partita di grande attenzione sui dettagli e sui particolari perché è talmente alto il talento dei singoli che ci possono punire in qualsiasi momento. Da parte mostra servirà uno step più elevato perché quello che abbiamo fatto a Milano non è stato sufficiente».

In casa Olimpia

Difficile con un roster ampio come quello dell’Olimpia individuare tutte le chiavi del confronto. «E’ impossibile speculare sul roster di Milano perché è una squadra che non ha punti deboli. Dobbiamo pensare a lavorare su situazioni di intensità, una delle chiavi sarà quello di riuscire a impattare a livello di intensità e di energia contro una squadra di Eurolega,altrimenti non riusciremo a competere».Dopo la doppia sfida del Forum, la Reyer ha avuto una settimana per preparare l’assalto all’Olimpia. «E’ stata una settimana di lavoro, sicuramente abbiamo recuperato un po’ di energie, dilazionando il lavoro sui giocatori disponibili, ovviamente non è recuperato Bramos, solita gestione di Vidmar, mentre qualche giorno di riposo in più è servito soprattutto a Stone». Capitano out dal 27 febbraio quando si infortunò a Sassari alla pianta del piede destro. «Milano verrà al Taliercio per chiudere la serie, ma troverà una squadra diversa, più pronta in alcune situazioni».

Il Taliercio

Taliercio che riapre i cancelli al pubblico, seppur per un numero ridotto di tifosi (al massimo 600).«C’è molta gioia da parte nostra, anche se non potremo riabbracciarli tutti. Sarà una bella sensazione, creerà un bel clima nel palasport. E’ da tempo che manca il pubblico, ritorna contro una grandissima squadra che è giusto onorare per quanto ha fatto in Europa, ma anche la mia squadra è da onorare per quello che abbiamo fatto e per quello che cercheremo di fare perché vogliamo provare ad allungare il più possibile questa serie e cercare di ritornare a Milano».

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close